rotate-mobile
Politica

A Roma assegnate 350 case popolari in un anno. Ma i sindacati bocciano Gualtieri e Zevi

Attacco di Unione Inquilini: "Sei alloggi al mese, maglia nera per il Comune". L'assessore replica: "Abbiamo chiuso due occupazioni storiche e comprato un primo stock di immobili Inps"

E' guerra di numeri tra sindacati e Comune sull'assegnazione di alloggi popolari a chi ne ha bisogno. Unione Inquilini ha sferrato un attacco frontale al Campidoglio, assegnando la maglia nera al sindaco Gualtieri e all'assessore Zevi: "In un anno solo sei assegnazioni al mese". Ma l'assessore alla casa non ci sta: "Abbiamo dato 350 alloggi, chiudendo due occupazioni". 

I numeri del Campidoglio sugli alloggi popolari

Trecentocinquanta case popolari assegnate nel corso del 2022. Il numero arriva dall'assessorato alla casa di Roma Capitale, Tobia Zevi. Di queste, 201 sono state messe a disposizione agli occupanti abusivi di viale delle Province e dell'ex clinica di Valle Fiorita a Primavalle: "Un elemento di vanto per noi - dice Zevi - avendo concluso insieme a Regione e Prefettura due grandi sgomberi di palazzi occupati, coerentemente con la nostra idea 'da casa a casa'". Chi rispettava i requisiti, ha avuto casa. 

Negli ultimi tre mesi del 2022 assegnate 84 case

Le case per gli occupanti, però, erano extra bando Erp 2012. La graduatoria è stata recentemente aggiornata, come chiesto a gran voce dai sindacati. Era ferma a giungo 2020, adesso ha i punteggi relativi alle domande presentate fino a dicembre di due anni fa. Sempre su questo fronte, dal Campidoglio "rifanno" i conti, confutando quelli messi neri su bianco da Unione Inquili: "Da metà settembre a dicembre 2022 abbiamo assegnato 84 alloggi a chi era in graduatoria" dice Zevi. Circa 28 al mese. "Nel secondo semestre del 2021 erano state fatte 36 assegnazioni" ricorda ancora l'assessore. 

Roma investe 15 milioni di euro e acquista 120 case Inps

L'attacco di Unione Inquilini

Un elenco di numeri "provocato" dalle frecciate di Unione Inquilini e da quella maglia nera assegnata al primo cittadino e al suo assessore in tema di casa: "L'aggiornamento della graduatori ci restituisce dati desolanti - scriveva il sindacato - perché siamo passati da circa 7.000 domande presenti nel 2013 a oltre 14.000 dell'ultimo elenco, senza contare le domande inammissibili. In diciassette mesi, dall'insediamento di Gualtieri (il Sindaco si è insediato 14 mesi fa, ndr) sono state assegnate solo 70 case, cioè 6 al mese, il dato peggiore dall'uscita del bando". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Roma assegnate 350 case popolari in un anno. Ma i sindacati bocciano Gualtieri e Zevi

RomaToday è in caricamento