menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma Metropolitane, Raggi non aspetta il Tar: pronta nomina di Giovanni Mottura amministratore unico

Il blitz della Sindaca sui vertici della partecipata: Mottura potrebbe essere liquidatore. Il 6 novembre la pronuncia del Tar sul ricorso sulla delibera votata dal Consiglio Comunale

Il prossimo 6 novembre, dopo la sospensiva, il Tar del Lazio si esprimerà sul merito del ricorso sulla delibera per la liquidazione di Roma Metropolitane votata favorevolmente dall'Assemblea Capitolina

Roma Metropolitane: Giovanni Mottura nuovo amministratore unico

Ma a meno di dieci giorni dall'attesa pronuncia dei giudici sulla partecipata del Comune è arrivato il blitz della Sindaca Raggi che ha comunicato in commissione moblità il nome di Giovanni Mottura quale prossimo amministratore unico della società. L'ex au Marco Santucci è infatti dimissionario da quasi un mese

Mottura, dottore commercialista e revisore legale dei conti, a quanto apprende l'agenzia DIRE, potrebbe essere nominato liquidatore della società, o tra i liquidatori della società, nel caso in cui il Tar e la giustizia amministrativa successiva, si esprimessero a favore della delibera del Comune di Roma che ha stabilito la liquidazione dell'azienda.

"Non vedo perchè aspettare il Tar. Siamo nelle condizioni di operare ai sensi dell'indirizzo dato da Roma Capitale" - ha commentato l'annuncio della nomina di Mottura l'assessore ai Trasporti di Roma Capitale, Pietro Calabrese.

"L'Oref ha specificato che vista la liquidazione volontaria il socio può interromperla e revocarla quando vuole. Ricordo che per l'amministrazione - ha aggiunto il neo assessore - c'è la volontà di risanare le sue aziende pubbliche". 

Critica Forza Italia: "Da Sindaca arroganza istituzionale"

Critiche le opposizioni. "Dopo la sospensiva concessa dal TAR del Lazio, dopo le continue richieste di incontri per far entrare la Regione all'interno del capitale sociale di Roma Metropolitane, oggi con un ennesimo atto di 'arroganza istituzionale' l'amministrazione capitolina procede alla nomina di un nuovo amministratore unico. Un'azione molto preoccupante, nelle more delle verifiche del Tar che aveva già alendarizzato il giorno di discussione nel merito al 6 novembre" - ha dichiarato il consigliere regionale del Lazio, Antonello Aurigemma

Il Pd non partecipa al voto: "Contestiamo commissione nomina"

In Commissione Mobilità il Pd invece non ha partecipato al voto: "Riteniamo i tempi della convocazione esasperati, visto che la comunicazione ci è arrivata da poche ore, non c'è stata poi una selezione dei curricula, alla faccia della trasparenza. Infine - ha spiegato il capogruppo Dem, Giulio Pelonzi - ci riserviamo di contestare questa delibera e questa commissione di nomina in tutte sedi opportune". 

Su Roma Metropolitane esposto a Prefetto e Corte dei Conti

Intanto sulla vicenda di Roma Metropolitane, sulle opere in bilico e sui posti di lavoro a rischio, dal Partito Democratico l'esposto al Prefetto di Roma e alla Corte dei Conti.

"Di fronte alla protervia e alla sordità dell'amministrazione Raggi, ci vediamo costretti ad intraprendere tutte le azioni utili alla salvaguardia di opere importanti, come il prolungamento della metro C e la messa in sicurezza delle linee A e B nonchè la tutela dei livelli occupazionali dei lavoratori della società". 

Chiesta inoltre la convocazione di una Commissione Trasparenza "al fine di verificare la correttezza delle procedure amministrative adottate nell'assunzione da parte dell'Assemblea capitolina del provvedimento di liquidazione di Roma Metropolitane". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento