Roma metropolitane, dopo il Tar spunta la commissione per i nuovi vertici. Pd: "Epurazione a Cinque Stelle"

Convocazione improvvisa della commissione mobilità. All'ordine del giorno l'espressione del parere in merito al rinnovo degli organi di indirizzo politico-amministrativo della società Roma metropolitane

Si arricchisce di un nuovo capitolo la vicenda di Roma metropolitane. In attesa che il Tar si esprima sul merito del ricorso sulla delibera che prevede la liquidazione della società, il prossimo 6 novembre, è spuntata, con una convocazione protocollata ieri, sabato 26 ottobre, una riunione della commissione capitolina Mobilità fissata per domani mattina alle 11, ad una distanza di nemmeno 48 ore. 

All'ordine del giorno c'è l'espressione del parere in merito al rinnovo degli organi di indirizzo politico-amministrativo della società Roma metropolitane. Questo lascia supporre che domani il Campidoglio formalizzerà la proposta di un nuovo amministratore che andrebbe a sostituire quello attuale, Marco Santucci, ormai in rotta con il socio Roma Capitale. 

Il Pd legge la convocazione come l'inizio dell'epurazione a Cinque Stelle. Ne è convinto il capogruppo del Pd in Campidoglio, Giulio Pelonzi, che, interpellato dall'agenzia Dire, ha detto: "Parte l'epurazione a 5 Stelle. Ieri, dopo il pronunciamento del Tar, come per magia è partita una convocazione per la commissione Mobilita' con all'ordine del giorno la sostituzione dei vertici di Roma metropolitane, convocata il sabato per il lunedi' mattina. È una vergogna. Sarebbe gravissimo da parte della giunta Raggi nominare un liquidatore con una delibera sub-iudice da parte degli organismi di controllo amministrativo e contabile. Sarebbe gravissimo anche nominare un nuovo amministratore accondiscendente pronto a giustificare le carenze documentali". 

"Questa è la politica della Giunta Raggi: epurazioni e burocrazia usata come manganello sociale. Quanti assessori, amministratori delegati, dirigenti, membri di cda sono stati sostituiti in tre anni e mezzo? Quanto queste sostituzioni hanno influito sul malfunzionamento delle aziende del gruppo Roma Capitale? La cosa assurda è che tutti erano stati nominati da questa sindaca. Evidentemente esistono ancora tanti professionisti che pensano al bene della citta' e non vogliono chinare la testa di fronte alle scelte sbagliate di questa giunta. Ma nella Roma a 5 Stelle chi non obbedisce viene cacciato. Le conseguenze dei continui turn over le pagano i romani. Anche per questo domani avvieremo nuove azioni per bloccare la delibera di liquidazione di Roma metropolitane. Facciamo di nuovo appello al Governo affinchè intervenga per scongiurare licenziamenti e per mettere in salvo i finanziamenti della metro C e della messa in sicurezza delle metro A e B", ha concluso Pelonzi.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

Torna su
RomaToday è in caricamento