Roma Metropolitane, la Giunta Raggi pronta a liquidarla: "Non ha svolto il suo lavoro"

Per venerdì pomeriggio è stato convocato un consiglio straordinario sul tema. L'assessore ai Trasporti Meleo: "Basta bugie e sprechi, domani in Aula la verità"

L'assessore Linda Meleo (Foto Facebook Linda Meleo)

Addio a Roma Metropolitane. La società capitolina creata ad hoc per occuparsi della progettazione e realizzazione delle linee metro della Capitale verrà messa in liquidazione dall'amministrazione capitolina guidata da Virginia Raggi. Per domani è in programma un consiglio straordinario sul tema, richiesto dalla maggioranza del M5S, e l'assessore ai Trasporti Linda Meleo, con un post su Facebook, ha fatto chiaramente capire il suo orientamento: "Basta bugie e sprechi, domani in Aula la verità". Roma Metropolitane, ha scritto ancora, "in questi anni non ha svolto come doveva il suo lavoro, non centrando i suoi obiettivi strategici". La stagione di Roma Metropolitane, quindi, dovrebbe essere arrivata al capolinea. Da capire, ora, è dove finiranno le funzioni svolte fin'ora da questa partecipata che ha in capo anche la complicata partita della Metro C. 

"La linea metro C, una delle grandi incompiute della Capitale: anni di sperperi, costi lievitati a causa di innumerevoli varianti al progetto e un’attesa per i romani che sembra infinita. Per non parlare delle inchieste, dei riflettori puntati dell’Autorità Anticorruzione e della lente d’ingrandimento della Corte dei Conti sul danno erariale. E’ ora di dire basta agli sprechi" ha scritto l'assessore sulla sua pagina. "Domani l’Assemblea capitolina si riunirà proprio su questo tema". Ha concluso l'assessore: "Vogliamo lanciare un’operazione verità e raccontare ai cittadini cosa è successo in tutti questi anni. Ma soprattutto vogliamo guardare al futuro e annunciare le nostre intenzioni su questa partecipata. Mai più bugie e prese in giro per i cittadini ma legalità e trasparenza".

Attacca l'opposizione: "Il Consiglio straordinario su Roma Metropolitane, convocato per domani altro non è che pura propaganda" ha affermato in una nota la capogruppo del Pd capitolino Michela Di Biase. La maggioranza M5S al governo del Campidoglio vuole riempire il suo vuoto programmatico con comizi in aula. Non ci sono atti o delibere da votare non c'è una memoria di giunta. La sindaca e la sua maggioranza ci dicano cosa vogliono fare con la metro C. Ricordo che la nuova linea è una infrastruttura importante e vitale per la Capitale che permetterà di trasformare completamente la viabilità del centro città, liberandolo dal traffico privato".

A dirsi sorpresi della notizia Paolo Terrinoni, Segretario Generale Cisl Roma Capitale Rieti, e di Francesco Sorrentino, Segretario Generale FIT CISL Roma: "Gli accordi con l’assessore Colomban e la Sindaca Raggi erano di tutt’altro tenore. Negli incontri avuti, infatti, ci era stato detto che avrebbero analizzato la situazione di tutte le aziende partecipate, compresa Roma Metropolitane. Annunciare la liquidazione impedisce di capire che fine faranno i circa 200 lavoratori, se i compiti di Roma Metropolitane passeranno ad altra azienda oppure se si tratta di una chiusura tout court. Chiediamo alla Sindaca Raggi e all’assessore Colomban di fare chiarezza e di rispettare le cose che ci eravamo detti nell’ultimo incontro dove l’assessore aveva ribadito la speranza di poter riorganizzare le aziende partecipate del comune senza licenziamenti. La notizia della messa in liquidazione di Roma Metropolitane crediamo vada esattamente nella direzione opposta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento