Roma digitale: il progetto di #romapirata per Roma

Sabato 20 aprile il Partito Pirata Italiano organizza una giornata di incontro e confronto su diritti digitali, democrazia e trasparenza a Roma

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Sabato 20 aprile il Partito Pirata Italiano organizza una giornata di incontro e confronto su diritti digitali, democrazia e trasparenza a Roma

La sezione romana del Partito Pirata Italiano, in lizza per le amministrative della Capitale con la lista #RomaPirata, organizza "Roma Digitale: una giornata di incontro e confronto su diritti digitali, democrazia e trasparenza a Roma". La giornata di approfondimento si terrà sabato 20 aprile presso S.Cu.P. - Scuola e Cultura Popolare in via Nola 5 a Roma, a partire dalle ore 11:00.

Le tematiche che verranno prima esposte e successivamente discusse insieme alla platea dei partecipanti sono condivise dal programma politico che #RomaPirata intende trasformare in azioni allo scopo di assicurare una gestione più democratica e trasparente della prossima amministrazione cittadina.

Tra gli interventi previsti quello di Jojo Yemane Tewelde, ovvero il candidato sindaco incandidabile del Partito Pirata. Jojo incarna in modo eccellente la questione irrisolta e insostenibile relativa ai diritti di cittadinanza che lui stesso, nato a Roma ma a cui la città non riconosce nemmeno il diritto di presentarsi alle elezioni comunali, si trova a scontare. Jojo parlerà anche di come la partecipazione digitale, in questa situazione di diritti negati, può attualmente rappresentare l'unica opportunità di diritto/dovere di partecipazione.

Arturo Di Corinto, giornalista di Repubblica, unico candidato pirata alle ultime elezioni politiche, e Luca Nicotra, segretario di Agorà Digitale - associazione per la libertà della Rete, introdurranno alla platea i temi portanti di Roma Digitale e del programma della lista #RomaPirata: Software libero, Smart City e Digital Divide.

A seguire, Vito Campanelli e Luca Nicotra tratteranno il delicato argomento legato a Open Data & Trasparenza, mentre carlo von lynX affronterà come la Liquid Feedback Democracy possa diventare lo strumento che gli abitanti della Capitale possono utilizzare per partecipare alla politica attiva e monitorare il bilancio dell'amministrazione comunale. Le questioni legate alle libertà digitali e alla dignità dell'uomo saranno esposte dall'avvocato Marco Ciurcina; in chiusura, Jaromil parlerà di un argomento assurto alle cronache negli ultimi giorni, ovvero il BitCoin, la moneta digitale libera dalle banche.

Per una Roma più trasparente, più condivisa, più sostenibile, con più diritti per tutti. #RomaPirata.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento