rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Politica

Arriva il Natale e aumenta la carta da smaltire. Roma teme nuove difficoltà nella raccolta

Impianti, al momento, tutti regolarmente in funzione. In città però aumentano le segnalazioni di cassonetti della carta strapieni. Previsto un raddoppio dei giri

Preoccupazione sì, emergenza no. Tra il Campidoglio e la sede di Ama lo scambio di telefonate, mail e comunicazioni in generale è in questi giorni fittissimo. Per il periodo di Natale, come al solito, si attende infatti un importante aumento della produzione dei rifiuti e, ad un anno dall'insediamento di Gualtieri, all'interno dell'amministrazione tutti vogliono evitare le scene e le immagini di una Roma invasa da turisti e con i sacchetti della spazzatura a terra. 

"Al momento", spiega a RomaToday il vice direttore di Ama Emiliano Limiti, "tutti gli impianti di Ama e dei privati stanno lavorando come previsto e non abbiamo notizie di rallentamenti o di possibili difficoltà". Il servizio di raccolta risulta quindi essere regolare nei vari quadranti cittadini e spiega Ama "gli eventuali ed episodici accumuli di materiali presso alcune e circoscritte postazioni, generati anche a causa di conferimenti errati in particolare da parte di utenze non domestiche,  sono comunque sanati nel breve periodo se necessario anche con giri supplementari".

C'è però preoccupazione, da un lato derivante dalla precarietà del sistema di smaltimento della Capitale (basta un privato fermo per inceppare l'intero meccanismo), dall'altro per l'aumento spropositato di imballaggi di carta smaltiti in questi giorni. 

Gualtieri e il termovalorizzatore

Nel primo caso a dare corpo alle paure ci ha pensato direttamente il sindaco Roberto Gualtieri che questa mattina, ospite di Ominibus su La7, ha inserito quanto potrebbe accadere all'interno delle motivazioni che hanno spinto la sua maggioranza a proporre l'idea del termovalorizzatore: "Se Roma non facesse il termovalorizzatore dovrebbe fare una mega discarica" aggiungendo che "in questi giorni i romani vedranno qualche difficoltà nella raccolta non perché l'Ama fa fatica a raccogliere, ma soprattutto perché gli impianti che esistono sono saturi. Quindi gli impianti che vogliamo fare sono importanti". Dichiarazioni lette da qualcuno come mani avanti per una prossima emergenza ma che fonti del Campidoglio interpellate da RomaToday spiegano legate al previsto aumento dei rifiuti. 

Nessun impianto fermo

Nessun impianto pieno o fermo quindi come confermato anche a RomaToday da Emiliano Limiti il quale però spiega: "Abbiamo predisposto un piano per il quale siamo pronti ad affrontare questo aumento di carta prodotta e da smaltire. Raddoppieremo i giri dei nostri operatori e siamo pronti a fronteggiare conferimenti che si annunciano record". E già in questi giorni se ne sta avendo un assaggio. 

Effetto black friday

Si tratta da un lato dell'effetto black friday e dei regali anticipati, "dall'altro delle utenze non domestiche che si trovano a riempire scaffali saccheggiati in vista delle festività", aggiunge ancora Limiti. Con il boom dell'e-commerce il lavoro è negli ultimi anni raddoppiato: i regali arrivano con Amazon dentro cartoni che vengono smaltiti e vengono impacchettati con carte o scatole che vengono anch'esse conferite. Il risultato sono le immagini di questi giorni: cartoni accatastati fuori dai cassonetti per la raccolta della carta; quelli per l'umido che si riempiono grazie a chi, per colpa delle difficoltà a differenziare negli appositi contenitori, è costretto a trovare altre soluzioni. 

Perché si può creare l'emergenza

"L'emergenza", ci spiega un operatore, "si crea quando gli impianti sono saturi. Se le aziende che pressano la carta lavorano normalmente per poi mandarle negli impianti di differenziazione, non c'è un tappo allo smaltimento. Basta aumentare i giri". Cosa come detto già prevista. Da Ama anche un appello: "Chiediamo ai cittadini massima collaborazione nel differenziare e conferire in maniera corretta tutte le frazioni di materiali”.

L'indifferenziata è la vera emergenza dei rifiuti romani: ecco chi ci guadagna

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva il Natale e aumenta la carta da smaltire. Roma teme nuove difficoltà nella raccolta

RomaToday è in caricamento