rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica Prima Porta / Via Tenuta Piccirilli

L'esodo dei rom del River a Roma Nord: "Hanno minacciato di toglierci i bambini"

La polizia locale conferma lo svuotamento dell'accampamento. I rom hanno lasciato il presidio e Ama e vigili urbani stanno rimuovendo i rifiuti rimasti

Da via della Tenuta Piccirilli, ai margini della Tiberina, verso una destinazione ignota. Per ora la "transumanza" si è fermata sulla piazza principale di Prima Porta. È li che circa cinquanta rom, di cui la metà minori, si sono accampati dopo lo sgombero del River e dopo una notte passata per qualcuno nei centri di accoglienza per altri in strada all'aperto. 

Camping River, tutto quello che c'è da sapere sul campo rom sgomberato da Raggi e Salvini

Inizia così l'esodo delle famiglie del River dalla baraccopoli che, divenuta abusiva e senza alcun tipo di servizio, l'amministrazione capitolina ha deciso di sgomberare. 

Le mamme del River: "Hanno minacciato di toglierci i figli"

"Scappiamo da lì ma non sappiamo dove andare. Abbiamo paura per le nostre famiglie e per i nostri figli. Oggi, se fossimo rimasti nei pressi del campo, hanno minacciato di toglierceli" - racconta Adriana, una delle donne del River. 

"Sanno quanto contano per noi i nostri bambini: quello è stato l'unico modo per cacciarci" - aggiunge un'altra. 

Qualcuno lancia l'idea di andare in Vaticano: "Forse solo il Papa può aiutarci". Altri, scettici, attendono: "Troveremo riparo da qualche parte, ma non sappiamo dove. Non possiamo rimanere tutti insieme. Abbiamo paura".

Il River dopo lo sgombero: quel che rimane del campo

L'esodo delle famiglie del River: "Non sappiamo dove andare"

Lo sgombero del River, effettuato ieri con l'allontanamento delle famiglie che si sono riversate in strada e proseguito oggi con la rimozione dei moduli abitativi rimasti, rischia così di generare insediamenti abusivi sparsi in tutta la città. 

Rifiutata l'assistenza del Comune e dunque la divisione del nucleo familiare, quasi tutti si sono allontanati dalla Tiberina senza mete e certezze,

"Per adesso ci sistemiamo qui perchè proprio non sappiamo che fare e dove andare. Dopo dieci anni volevano dividere me e i miei figli da mio marito. Ho detto di no" - dice da Piazza Saxa Rubra una giovane mamma con quattro bambini al seguito. 

Quel che rimane del River: una discarica a cielo aperto

Ai cronisti è stato consentito accedere, accompagnati, solo nell'area dove sorgeva l'insediamento, ormai ridotta a una discarica a cielo aperto. 

Anche la polizia locale conferma lo svuotamento dell'accampamento. I rom hanno lasciato il presidio e Ama e vigili urbani stanno rimuovendo i rifiuti rimasti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'esodo dei rom del River a Roma Nord: "Hanno minacciato di toglierci i bambini"

RomaToday è in caricamento