Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Rom, la proposta dell'assessora: "Impieghiamoli per la raccolta differenziata"

A lanciare l'idea l'assessora alle Politiche Sociali, Francesca Danese. "Dobbiamo fare un lavoro diverso, ridisegnare le politiche dell'accoglienza". Marchini: "Siamo su scherzi a parte?"

"Impiegare i rom nella raccolta differenziata dei rifiuti e dei materiali in disuso abbandonati in città". E' la proposta dell'assessore alle Politiche sociali, Francesca Danese, che ne ha parlato con l'agenzia di stampa DIRE al termine di una visita nel centro d'accoglienza per soli rom di via Visso. 

Un'idea che sarebbe nata per favorire l'integrazione. Danese ha spiegato che "c'è un problema di riconciliazione con la città". E se Roma "li accusa di essere quelli che vanno rubare", allora "dobbiamo fare un lavoro diverso, ridisegnare le politiche dell'accoglienza, parlare con le persone, vedere quali sono i loro bisogni".

Detto ciò, "sto facendo un lavoro che riguarda le loro competenze e abilità: loro sono molto bravi nel recuperare nei quartieri i rifiuti e i materiali in disuso -ha detto l'assessore- sarebbe importante, e questa cosa era già passata in commissione Politiche sociali, riuscire a dare la possibilità di fare un lavoro per la comunità e per la città di Roma, prendendo questi rifiuti e selezionandoli".

In questo modo, ha precisato Danese, "diamo una possibilità di inserimento lavorativo diverso. In alcune zone si parla di roghi tossici, e allora troviamo un modo per far sì che i rifiuti che loro riescono a raccogliere e differenziare possano far nascere soluzioni che diano la possibilità di trovare anche un lavoro".

POLEMICHE - Il progetto crea subito dissapori tra gli esponenti capitolini di opposizione. "Affidare ai rom la raccolta differenziata in quanto già esperti del settore? Stiamo decisamente su scherzi a parte" dichiara in nota l'ex candidato sindaco Alfio Marchini. 

"L'assessore Danese si improvvisa talent scout e vorrebbe legalizzare il rovistaggio" commenta invece Pietro Di Paolo, capogruppo Ncd della Regione Lazio. "Non sapremmo in quale altro modo intendere la bizzarra idea di utilizzare i rom per la raccolta differenziata: come è noto la capacità di selezionare i rifiuti da parte dei nomadi deriva proprio dall'arte di rovistare nei cassonetti, attività venuta meno solo con la graduale eliminazione dei cassonetti nei quartieri in cui è partita la raccolta dei rifiuti porta a porta. In Campidoglio ormai una ne fanno e cento ne pensano". E anche per lui è automatico il paragone, "sembra di stare su Scherzi a parte...". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rom, la proposta dell'assessora: "Impieghiamoli per la raccolta differenziata"

RomaToday è in caricamento