Venerdì, 25 Giugno 2021
Politica

Le periferie in rivolta contro i rom, Di Maio: "Campi vanno superati come sta facendo Raggi"

Il vicepremier è intervenuto sui fatti di Torre Maura e Casal Bruciato: "Chiaro problema di ordine pubblico, legge è chiara: va applicata"

Da Torre Maura a Casal Bruciato con anche Casalotti che potrebbe essere la prossima tappa della protesta: le periferie di Roma in rivolta contro i rom in arrivo in strutture o case popolari loro assegnate, alloggi diversi dai campi ghetto che il Comune ha sempre dichiarato di voler chiudere. 

Rom, le periferie in rivolta

Sistemazioni alternative e regolari rispetto alle baraccopoli, istituzionali e non. Ma nei quartieri agli estremi della città, contesti già difficili senza servizi e attenzioni sufficienti, è scoppiata la bomba sociale con il Campidoglio, nel caso di Torre Maura, a tornare sulle proprie decisioni seppur lineari e sostenute da regolari bandi. A Casal Bruciato la famiglia assegnatari ha invece rinunciato alla tanto agognata casa. 

La periferia di Roma è una polveriera

Così la periferia di Roma è sempre più una polveriera. "I fatti di questi giorni, che stanno coinvolgendo alcune periferie, evidenziano un chiaro problema di ordine pubblico. Il superamento dei campi rom è doveroso. Non perchè siano rom o meno, ma perchè è una questione di giustizia. La legge vale per tutti e vale anche per i rom. Questo deve essere un messaggio molto chiaro" - ha scritto su Facebook il vicepremier Luigi Di Maio

Dal Ministro dello Sviluppo Economico la stoccata ai gruppi di estrema destra che stanno soffiando sul fuoco, alimentando malumori e intolleranza. "Ed è lo stesso messaggio che andrebbe inviato a chi, nella stessa forma, compie abusi occupando illegittimamente un edificio pubblico o privato. Credetemi, la legge a volte è così chiara che basta applicarla. E per me vale solo la legge" - ha aggiunto Di Maio con un velato messaggio anche per l'alleato di governo e Ministro dell'Interno, Matteo Salvini. 

Di Maio: "Campi vanno superati come sta facendo Raggi"

Per Raggi il plauso del vicepremier e compagno di partito, nonostante il Piano Rom del Comune sia sostanzialmente fermo alla chiusura, obbligata viste le sorti del discusso bando, del Camping River. Era l'estate scorsa. In corso sulo sulla carta, con uno scenario ancora poco chiaro, la chiusura de La Barbuta

"Ci sono dei campi rom che sono realtà vergognose? Vanno superati, come tra l'altro sta facendo Virginia Raggi, che proprio lo scorso anno ne ha chiuso uno. Nei campi ci sono famiglie che si dichiarano nulla tenenti e poi girano in auto lussuose? Gli mandiamo la Guardia di Finanza! Ci sono altri stabili occupati da chi non ne ha diritto? Vanno sgomberati anche quelli!" - ha concluso Di Maio.  
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le periferie in rivolta contro i rom, Di Maio: "Campi vanno superati come sta facendo Raggi"

RomaToday è in caricamento