rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Politica

Case popolari del comune, Fdi: "Estendere l'orario di accensione dei riscaldamenti, gli appartamenti sono al freddo"

Lo fa sapere il consigliere Francesco Figliomeni: "Ad oggi è prevista accensione dalle 16 alle 22. L'orario va anticipato alle 13"

Anticipare l'accensione dei riscaldamenti all'interno delle case popolari del Comune. E' la richiesta avanzata dal consigliere di Fratelli d’Italia e vicepresidente dell’Assemblea Capitolina, Francesco Figliomeni. Dopo i disagi degli anni scorsi, quando tantissimi complessi edilizi di Roma Capitale rimasero senza riscaldamenti per via dei guasti alle caldaie, anche quest'anno il freddo in questi tipi di alloggi fa discutere.

“Ho presentato una richiesta agli uffici competenti al fine di anticipare l’accensione dei riscaldamenti almeno alle ore tredici", spiega Figliomeni. Nella lettera indirizzata ai direttori del dipartimento Patrimonio e Politiche abitative e della Manutenzione urbana (Simu), che porta la data del 7 dicembre 2020, Figliomeni spiega di aver ricevuto una segnalazione da alcuni complessi di Centocelle in merito all'orario di accensione dei riscaldamenti: dalle 16 alle 22, così come previsto dalla normativa vigente.

"Seppur sia molto importante attenersi alle normative vigenti in materia per via dell'inquinamento atmosferico, per cui è prevista una soglia nell'accensione dei riscaldamenti, è opportuno evidenziate che negli appartamenti di edilizia residenziale pubblica vivono migliaia di famiglie, composte in buona parte da anziani, disabili, bambini e animali per i quali le temperature rigide sono un serio rischio". Poi aggiunge: "E' opportuno sottolineare che si tratta di una condizione che costringe gli assegnatari ad affrontare il freddo inverno con stufe elettriche, scaldabagni e coperte di lana, sostenendo peraltro anche ulteriori costi oltre quelli già corrisposti all'amministrazione". Commenta ancora: "Non si possono tenere al gelo soprattutto le persone fragili quali anziani, disabili e bambini soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria con il covid in agguato".

Il consigliere ricorda inoltre la lecessità di "cercare di far sostituire le caldaie, purtroppo sempre più obsolete, e controllare le tubazioni degli impianti poiché, anche laddove le caldaie sono state sostituite, ci sono ancora molti appartamenti al freddo, specie nei piani alti. Sollecito ancora una volta la giunta Raggi ad attivarsi urgentemente per far riscaldare gli ambienti delle case popolari poiché, specie in questo momento, i cittadini non possono ammalarsi anche per non appesantire le strutture sanitarie, già sature a causa del sovraffollamento che peraltro sta penalizzando pesantemente le altre patologie nonostante gli sforzi degli operatori sanitari”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari del comune, Fdi: "Estendere l'orario di accensione dei riscaldamenti, gli appartamenti sono al freddo"

RomaToday è in caricamento