rotate-mobile
Politica Montagnola / Via Giuseppe Berto

Orti urbani riqualificati e giardinaggio: la nuova vita del parco

Approvato in giunta il progetto da 3,8 milioni di euro. Aumentano le aree di accesso, le dotazioni arboree e gli arredi del polmone verde

Ci saranno più alberi, aree gioco riqualificate, spazi per la didattica. Sono queste alcune delle novità che contribuiranno a ridisegnare il parco delle Tre Fontane, il polmone verde compreso tra il Tintoretto e la Montagnola, nel territorio del municipio VIII.

Cosa prevede il progetto

La giunta Gualtieri ha dato l’assenso alla riqualificazione dello spazio verde, approvando lo studio di fattibilità tecnico economica che prevede interventi per un totale di 3,8 milioni di euro.  La proposta per la riqualificazione del parco prevede azioni finalizzate a migliorare sia la qualità dello spazio, sul piano ecologico, che sul piano dell’offerta funzionale. Sono previsti interventi diffusi su tutta l’area del parco, che moltiplicheranno gli accessi utili a rendere l’area più fruibile e che contribuiranno ad aumentare il numero di alberi e di arbusti. Interventi puntuali sono invece previsti sui due parcheggi, che verranno “desigillati” per rendere più permeabili i suoli. Gli orti urbani invece saranno dotati di piccoli capanni per il ricovero degli attrezzi; le aree gioco presenti verranno invece sistemate e saranno creati degli spazi per il giardinaggio condiviso.

Parco Tre Fontane

Le due anime del parco

Il parco attualmente è caratterizzato da una porzione sud dove scorre un corso d’acqua parzialmente interrato, vale a dire il fosso delle Tre Fontane, il cui tombamento è stato tema di contrapposizione, in passato, tra vari livelli dell’amministrazione locale. Lungo il corso d’acqua ancora emerso è presente una fitta vegetazione ripariale, resa inaccessibile da rovi e canneti. 

La porzione a nord è invece caratterizzata dalla presenza di orti urbani la cui frequentazione, nel tempo, ha rappresentato un argine contro fenomeni di sversamento illegale. I due tratti del parco sono tra loro scarsamente collegati e, il progetto di riqualificazione, prevede infatti la creazione di numerosi sentieri e diversi punti di accesso.

La rigenerazione promessa 

“Con l’approvazione dello studio di fattibilità diamo avvio all’iter che porterà alla completa rigenerazione del Parco delle Tre Fontane, frutto di un bellissimo lavoro di progettazione che ha l’obiettivo di renderlo luogo di comunità e di inclusione valorizzandone anzitutto la peculiare vocazione all’agricoltura urbana con la riqualificazione degli orti già presenti e la creazione di spazi dedicati al giardinaggio condiviso” ha spiegato l’assessora all’ambiente Sabrina Alfonsi.

“Anche tutto il patrimonio arboreo e vegetazionale sarà rigenerato per renderlo un parco accogliente e attrezzato con aree ludiche e sportive, così come sarà valorizzato il corso d’acqua che lo attraversa creando aree relax – ha spiegato Alfonsi – Importanti, poi anche gli interventi di desigillazione dei parcheggi, per ripristinare la permeabilità dei suoli. Un parco interamente ripensato per collegarlo al sistema del verde di quel quadrante della città”.

Il parco delle Tre Fontane prima e dopo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orti urbani riqualificati e giardinaggio: la nuova vita del parco

RomaToday è in caricamento