Sabato, 20 Luglio 2024
Politica

Rifugiati ospitati dalle famiglie romane: arriva l'albo per l'accoglienza

Sinora sono oltre 300 le famiglie che hanno espresso la propria disponibilità

La guerra in Ucraina e la relativa emergenza profughi stanno mostrando un nuovo modello di accoglienza che Roma appare decisa a portare avanti. Oggi l'assessorato alle politiche sociali e alla salute di Roma Capitale ha istituito l'albo delle famiglie accoglienti grazie al quale, in collaborazione con Refugees Welcome italia, i cittadini saranno messi in contatto con le persone che scappano dalla guerra e hanno bisogno di ospitalità e di un sostegno per integrarsi in Italia.

"Sono oltre 300 - spiega l'assessora alle Politiche sociali e alla salute Barbara Funari - le famiglie che hanno scritto alla nostra mail, dedicata all’emergenza Ucraina, rendendosi disponibili ad offrire ospitalità nelle proprie case o nelle seconde abitazioni. A seguito di questa crescente offerta, abbiamo deciso di aprire un vero e proprio albo dedicato alle famiglie accoglienti che possono iscriversi al portale messo a disposizione da Refugees Welcome italia. Le richieste, formalizzate compilando un format, saranno poi valutate tramite colloqui e sopralluoghi presso le abitazioni. Si tratta di uno strumento utile a superare la frammentazione delle diverse offerte per valorizzare al meglio il coinvolgimento della cittadinanza attiva che sta manifestando tanta solidarietà, con aiuti concreti, al popolo ucraino".

"Auspichiamo che in futuro - ha commentato la direttrice di Refugees Welcome Italia Fabiana Musicco - questa esperienza non rimanga solo una buona pratica sperimentata localmente, ma che diventi una policy e uno strumento di governance a livello nazionale, per garantire una diffusione capillare dell’accoglienza in famiglia".

Il link per offrire e richiedere ospitalità è il seguente. E' possibile registrare la propria casa, mettendo a disposizione la stanza in più che si ha a disposizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifugiati ospitati dalle famiglie romane: arriva l'albo per l'accoglienza
RomaToday è in caricamento