menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campidoglio, M5S contro la maggioranza: "Non vogliono razionalizzare le commissioni"

I consiglieri pentastellati denunciano come non sia stata ancora calendarizzata la loro proposta di delibera sulla riforma del regolamento del consiglio

Niente calendarizzazione per la delibera per la riforma del regolamento delle commissioni. A dirsi "sconcertati" i consiglieri del Movimento cinque stelle capitolino che denunciano la risposta negativa in sede di riunione dei capigruppo in merito alla programmazione della discussione del provvedimento e puntano il dito contro il partito di maggioranza, il Pd.

"Abbiamo chiesto di calendarizzare la nostra proposta di delibera n. 6, per la riforma del regolamento del consiglio comunale e segnatamente degli art. 12, 90 e 91 sul funzionamento delle commissioni. In pratica: divieto di commissioni in contemporanea, tempo minimo per prendere il gettone (almeno 1/2 della durata della commissione) possibilità di streaming per far vedere ai cittadini cosa succede, chi c'è e chi no" scrivono i Cinque stelle in una nota. Alla proposta "gli uffici avevano già dato parere favorevole". A mancare però quello della commissione Statuto. I Cinque stelle però denunciano che "i termini per il rilascio di quest'ultimo sono ormai scaduti".

La proposta per i consiglieri pentastellati "significherebbe trasparenza, risparmio di soldi e razionalizzazione dell'attuale sistema folle delle commissioni, spesso convocate in contemporanea ed in numero oggettivamente troppo elevato, cosa che comporta costi ingenti per il comune in termini di rimborsi per i vari consiglieri".

Oltre alla delibera sulle commissioni, il gruppo capitolino si è visto negare anche la calendarizzazione "delle proposte di iniziativa popolare e, nonostante le "promesse" fornite in campagna elettorale dalla maggioranza e dal sindaco in tema di partecipazione popolare, per l'ennesima volta, a distanza di dieci mesi dall'inizio della consiliatura, la maggioranza si dimostra sorda su questo tema e fa finta che queste proposte non esistano, non portandole in discussione in aula". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento