rotate-mobile
Politica Malagrotta

Rocca e Gualtieri insieme a Malagrotta: "Entro il 2027 la discarica sarà messa in sicurezza"

Ad annunciarlo è il Sindaco, che insieme al commissario Giuseppe Vadalà e al governatore Francesco Rocca ha accompagnato il rappresentante europeo Virginijus Sinkevicius

Malagrotta è stata chiusa dieci anni fa, ma la  bonifica e messa in sicurezza, con relativo "capping", sono operazioni che ancora non sono state realizzate. Di recente il governo ha messo a disposizione i 250 milioni di euro per l'intervento e durante la visita del 30 marzo nell'ex discarica da parte delle istituzioni regionali, comunali, nazionali ed europee, è stata ribadita la ferma volontà di utilizzare Malagrotta come esempio di tutto ciò che non va fatto a tutti i livelli in tema di rifiuti. Inoltre, il sindaco Roberto Gualtieri ha specificato i tempi per la bonifica: "Lavori dal 2024, si finisce per il 2027". 

La visita delle istituzioni a Malagrotta

La mattinata di giovedì 30 marzo è stata caratterizzata da una visita in pompa magna al sito di Malagrotta, ormai ex discarica dal 2013. L'occasione della visita del commissario europeo per l'ambiente, gli oceani e la pesca Virginijus Sinkevicius è servita per fare il punto della situazione, in vista dell'inizio dell'intervento di bonifica e "capping". Ad accompagnare il 32enne lituano c'erano il commissario governativo per la bonifica delle discariche Giuseppe Vadalà, il governatore del Lazio Francesco Rocca, il sindaco di Roma Roberto Gualtieri e l'assessore regionale a mobilità, rifiuti e trasporti Fabrizio Ghera. 

Rocca incontra Gualtieri: c'è la stretta di mano sul termovalorizzatore

A inizio 2024 inizieranno i lavori di bonifica e "capping"

Come ha ricordato Gualtieri "ci vorranno anni e un lavoro enorme per mettere in sicurezza quella che fino al 2013 è stata la più grande discarica d'Europa e che rappresenta un esempio di cosa non bisogna fare". Dopo l'incontro in Campidoglio con Vadalà e Sinkevicius, il primo cittadino è andato più nello specifico della tabella di marcia: "Le opere necessarie potranno finalmente essere realizzate grazie ai 250 milioni stanziati dal Governo - ha detto - per bonificare una discarica che oggi produce percolato e metano, inquinando. I cantieri partiranno a inizio 2024 ed entro il 2027 sarà messa in sicurezza Malagrotta". Uno spostamento in avanti della scadenza dell'"opera colossale", com'è stata definita dal Sindaco. A novembre scorso, infatti, Gualtieri aveva menzionato il 2025 come tempo limite per l'intervento.

Rocca: "L'era delle discariche è finita"

"Il problema dei rifiuti a Roma va risolto una volta per tutte. La visita a Malagrotta - ha dichiarato a margine Francesco Rocca - monumento della mala gestione e dell'incuria dei rifiuti nella Capitale, è un primo segno concreto: tutte le istituzioni devono cooperare per bloccare questa esportazione capitolina verso le discariche del Lazio e d'Europa e lavorare, insieme, per una soluzione stabile e degna di questa città e di questa regione. L'era delle discariche è finita. Nel nuovo Piano Rifiuti daremo risposte concrete per la chiusura del ciclo, senza ideologie o rallentamenti. È un nostro dovere morale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rocca e Gualtieri insieme a Malagrotta: "Entro il 2027 la discarica sarà messa in sicurezza"

RomaToday è in caricamento