Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Caos rifiuti, turni 'festivi' per gli impianti di Malagrotta: "Normalità entro 72 ore"

Lo ha spiegato il presidente dell'Ama Daniele Fortini al termine di un sopralluogo in diversi quartieri della città: "Errati conferimenti peggiorano la situazione"

“Percepibile miglioramento”. Con queste parole il presidente di Ama Daniele Fortini ha descritto la situazione delle strade di Roma in merito alla raccolta dei rifiuti. La considerazione al termine di una notte di sopralluoghi in diversi quadranti della città “per verificare di persona l’andamento dei servizi di raccolta dei rifiuti e i servizi supplementari di pulizia delle postazioni stradali di conferimento attivati dall’azienda”. Nei giri di verifica, Fortini e gli ingegneri hanno incrociato decine di squadre ed equipaggi operativi in turno notturno in varie zone della città, tra cui il Prenestino-Casilino, Tor Pignattara, Borghesiana, Rocca Cencia, Ponte Galeria, Monteverde, Trastevere, Portuense, varie aree del Centro Storico e dei quartieri Prati, Appio e Tuscolano. La situazione, per il presidente di Ama, potrebbe essere sanabile entro 48/72 ore.

MIGLIORAMENTO - “Da quanto ho potuto constatare nel corso della terza notte di monitoraggio sul campo il servizio è in percepibile miglioramento. Permangono sporadiche criticità residue che, se nelle prossime 48/72 ore non verrà meno per eventi accidentali l’operatività degli impianti di ricezione, l’azienda sarà in grado di sanare completamente” ha assicurato.

GLI IMPIANTI – Il passo più importante da fare per evitare che i disagi si ripetano è assicurarsi la piena operatività degli impianti. Come spiegato dall'Ama nei giorni scorsi infatti tutto deriva da disguidi legati proprio all'impiantisitica. “Per raggiungere questo obiettivo, Ama ha nuovamente incontrato il prefetto De Sena con i rappresentanti del gruppo Co.La.Ri. chiedendo e ottenendo il pieno utilizzo dei Tmb di Malagrotta 1 e 2 anche nei prossimi due fine settimana, con turni di apertura aggiuntivi la domenica. I vertici dell’azienda per i servizi di igiene urbana di Roma hanno inoltre incontrato i fornitori dei servizi di smaltimento che devono assicurare la regolarità dei 130 trasporti giornalieri in altre regioni effettuati con mezzi pesanti e di tutti gli 11 impianti di recupero a cui ogni giorno sono destinati il Combustibile da rifiuti, la Fos e gli scarti delle circa 3.300 tonnellate di rifiuti romani indifferenziati raccolti e trattati a Roma. Il corretto funzionamento degli impianti è il fattore dirimente delle attuali criticità”.

LE RESPONSABILITA' DEI CITTADINI - “Nei sopralluoghi di questa notte, come in quelli effettuati nelle due notti precedenti e ieri mattina con l’assessore all’Ambiente Estella Marino” sottolinea Daniele Fortini. “Dagli operatori Ama è stata anche evidenziata la necessità di sollecitare talune utenze, domestiche e commerciali, a migliori conferimenti dei rifiuti nelle aree del “porta a porta”, in particolare nelle periferie. L’abbandono di rifiuti non correttamente differenziati da parte di pur pochi utenti che non si adeguano alla disciplina del “porta a porta”, crea mancanza di decoro e disagi di cui paga il prezzo la stragrande maggioranza dei cittadini che si comporta in modo virtuoso. Purtroppo è ampiamente rilevabile anche il fenomeno del rovistaggio nei cassonetti stradali da parte di persone che poi gettano i rifiuti scartati in terra”. Altro fenomeno palese è quello di non pochi rifiuti portati nelle periferie romane, in particolare nel quadrante nord-est, da cittadini di comuni limitrofi che si sottraggono al 'porta a porta' e alla raccolta differenziata nei loro territori di residenza. Conclude Fortini: “Per questo ma aumenterà il numero degli agenti accertatori presenti sul territorio e potenzierà i servizi di informazione e coinvolgimento dei cittadini per raggiungere, anche attraverso la partecipazione dei romani, un maggior livello di decoro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos rifiuti, turni 'festivi' per gli impianti di Malagrotta: "Normalità entro 72 ore"

RomaToday è in caricamento