rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Politica Albano Laziale

I rifiuti di Roma ad Albano, dove la differenziata è al 79%. Il sindaco: “Raggi ci sta rovinando"

Duro l'intervento del primo cittadino di Albano, Massimiliano Borelli, contro la sindaca di Roma e della Città Metropolitana: "Azione scellerata, valuto denuncia penale"

Ad una settimana dall’arrivo dei primi camion, ad Albano non si placano le proteste contro i conferimenti dei rifiuti di Roma nella discarica dei Castelli. Dopo le proteste dei residenti che hanno accolto i compattatori dell’Ama con blocchi stradali, striscioni e fischietti a tuonare contro la riapertura dell’invaso in località Roncigliano è stato il sindaco di Albano, Massimiliano Borelli. "Non posso che preannunciare, dove ci siano le condizioni, una denuncia penale sulla condizione ambientale del nostro territorio. Lei ci sta rovinando e non possiamo fare altro che reagire a questa sua azione scellerata". Così il primo cittadino castellano si è rivolto alla sindaca di Roma e della Città Metropolitana, Virginia Raggi, nel corso della seduta straordinaria del Consiglio metropolitano sulla situazione dei rifiuti.

I rifiuti di Roma ad Albano: la discarica riaperta da Raggi

La discarica di Albano riaperta dopo cinque anni da un’ordinanza di Raggi per accogliere gli scarti della Capitale ed evitare così l’ennesima crisi dei rifiuti di Roma. "Lei ha scaricato su di noi i suoi problemi, questo è un atteggiamento non sostenibile - ha attaccato Borelli - Faremo tutto il possibile per ostacolare questa sua decisione. Dobbiamo tutelare il nostro territorio perché la situazione delle nostre falde e' critica. La stessa Arpa in una relazione di giugno ha segnalato che i livelli dei contaminanti sono alti. Se vuole veramente bene alla sua città e ai suoi concittadini adotti le azioni necessarie affinché possa definirsi veramente Capitale, perché in questo momento è solo un immondezzaio e lei pensa di trasformare in un immondezzaio anche i territori della provincia, ricordandosi di essere sindaca della Città Metropolitana solo alla bisogna".

Secondo Borelli, Raggi "ha commissariato se stessa non essendo capace di gestire il ciclo dei rifiuti di Roma come sindaca della Capitale. Ha cambiato la pettorina, scaricato i suoi problemi sugli altri e da parte nostra ci sarà una reazione a questa sua non capacità. Lei è vittima delle cose che non ha fatto e dei suoi errori, non di qualcun altro". Il primo cittadino del comune castellano ha sottolineato che "i miei cittadini sono arrabbiati, perché gli anni di sacrifici portati avanti vengono con un colpo d'occhio cancellati perchè qualcuno non ha fatto quello che aveva annunciato enfaticamente”.

I rifiuti di Roma ad Albano, dove la differenziata è al 79%

Il riferimento è ad Albano premiato tra i comuni più virtuosi con la raccolta differenziata arrivata al 79,4% e al flop di Roma: differenziata promessa al 70% entro il 2021, ma rimasta appena sopra l’asticella del 46. Cresciuta di nemmeno tre punti percentuali in cinque anni di governo grillino. E in alcuni territori, come Settebagni, per mancanza di mezzi e uomini ci si arrende: via il porta a porta, ritorno ai cassonetti stradali. Tuttavia per tentare di incentivare la differenziata il Comune ne sostituirà 41mila cambiandone anche la colorazione. “Roma continua a disincentivare i suoi cittadini a fare la raccolta della differenziata, Ama - aggiunge Borelli - sta affiggendo cartelli sui portoni dei palazzi del quartiere Castello della Cecchignola, invitando i cittadini a sospendere la raccolta differenziata come organizzata negli ultimi anni e tornare alla raccolta stradale. Se questa è la visione e la programmazione di un'amministrazione oculata che si diceva attenta e oggi con tanta prosopopea annuncia di mettere tanti cassonetti colorati e osceni...".

Rifiuti, l'allarme di Ama: a settembre rischio caos

E se le ferie d’agosto hanno svuotato la città e la produzione di rifiuti è calata drasticamente, è già allarme per quel che accadrà al rientro dalle vacanze. Con l’imminente chiusura per raggiunta capacità massima della discarica di Civitavecchia, Roma rischia di ritrovarsi ancora una volta sull’orlo dell’emergenza
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I rifiuti di Roma ad Albano, dove la differenziata è al 79%. Il sindaco: “Raggi ci sta rovinando"

RomaToday è in caricamento