Politica

Emergenza rifiuti scongiurata: serrata delle discariche rinviata

L'assemblea dei gestori ha deciso di far slittare la protesta al 9 giugno prossimo. Per Ora l'emergenza rifiuti è scongiurata

rifiuti1_2Roma non rischia di diventare come Napoli, almeno per il momento. La serrata delle discariche, prevista per oggi, è stata scongiurata e rinviata al 9 giugno. Tirano un sospiro di sollievo il sindaco Gianni Alemanno e la presidente della Regione Lazio Renata Polverini che da giorni lavoravano per evitare che le discariche chiudessero i battenti causando un grave danno a Roma, che sarebbe in poco tempo stata invasa da cumuli di rifiuti. L'assemblea dei gestori, che si è riunita nella sede romana di Federlazio insieme all'assessore regionale ai Rifiuti Pietro Di Paolo, ha deciso di far slittare la protesta "per dare il tempo alla Regione Lazio e al Comune di Roma di rispondere alle richieste" della categoria. I rappresentanti degli impianti di smaltimento e delle discariche hanno lamentato il mancato adeguamento delle tariffe regionali per il conferimento e la morosità di diversi comuni.


"L'assessore Di Paolo - fanno sapere da Federlazio - ci ha assicurato che la Regione sta lavorando alle nuove tariffe e il sindaco ha proposto l'istituzione di un tavolo permanente per Malagrotta, in cui affrontare la questione delle tariffe, le morosità e delineare le prospettive future dell'area". Già prima dell'esito dell'assemblea la governatrice del Lazio si era detta certa che la serrata non ci sarebbe stata grazie "all'impegno della Regione e il senso di responsabilità degli operatori. Già si sapeva dalla scorsa settimana che si sarebbero trovate le condizioni quanto meno per differire la serrata". Alemanno ha ringraziato Federlazio "che con senso di responsabilità ha deciso di differire la serrata delle discariche. Una scelta che ripaga l'impegno comune delle Istituzioni per rispondere da una parte alle richieste della categoria rappresentata da Federlazio e dall'altra alle necessità dei cittadini della Capitale. Desidero inoltre ringraziare la Regione Lazio e l'assessore Di Paolo che garantirà il rispetto degli impegni assunti". Domani il sindaco incontrerà i sindacati dell'Ama che chiedono il rinnovo del contratto. "Devono darci risposte noi abbiamo bloccatole assemblee per senso responsabilità", dicono dalla Cisl.  Intanto il sindaco in giro per Roma sullo scooter per verificare lo stato della raccolta, nei giorni scorsi bloccata da uno sciopero bianco assicura, "l'emergenza è totalmente rientrata". (Fonte Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza rifiuti scongiurata: serrata delle discariche rinviata

RomaToday è in caricamento