rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica Esquilino

Mobili e tv per strada all'Esquilino, Diaco: "Qualcuno vuole metterci in difficoltà"

Il presidente della commissione Ambiente, Daniele Diaco parla di "ostruzionismo". Poi precisa: "Non ci faremo mai intimidire e anzi continueremo a testa alta a lavorare per il bene di Roma"

Mobili, tv, materassi e altri rifiuti ingombranti abbandonati nei pressi dei cassonetti, a fare bella mostra di sè nelle strade della Capitale. A rinverdire la polemica ci ha pensato il consigliere pentastellato e presidente della Commissione Ambiente, Daniele Diaco che ha acceso i riflettori sulla zona dell'Esquilino. "Ogni giorno ci arrivano decine, centinaia di segnalazioni di mobili, tv, suppellettili e molto altro abbandonati in prossimità dei secchioni lungo le principali arterie del quartiere Esquilino. Tutto ciò danneggia gravemente l'operatività di Ama e comporta spese in più ai contribuenti" ha scritto in una nota. Una polemica non nuova, quella sollevata da Diaco, così come non è nuova 'l'usanza' di abbandonare rifiuti ingombranti per le strade.

Il consigliere pentastellato, però, lascia intendere che dietro lo scenario di degrado ci sia una precisa regia. "Questa Amministrazione ce la sta mettendo tutta per rendere la nostra città pulita e dignitosa, ma è evidente che c'è la volontà di qualcuno di creare ostruzionismo e metterci costantemente in difficoltà: noi però non ci faremo mai intimidire e anzi continueremo a testa alta a lavorare per il bene di Roma e dei suoi cittadini".

Affermazioni, quelle di Diaco, che non possono non ricordare quelle della sindaca Virginia Raggi che nel corso di un'intervista, nell'ottobre scorso, aveva fatto intendere che la presenza di numerosi frigoriferi ai bordi delle strade non fosse casuale. In quelle settimane, però, il servizio di raccolta a domicilio di Ama per i rifiuti ingombranti era stato temporaneamente sospeso. Al contrario, negli ultimi sei mesi l'azienda capitolina ha portato avanti la campagna 'RiciclaCasa' che ha prodotto "numeri record" con 23mila romani che hanno smaltito correttamente i propri rifiuti ingombranti. Il malcostume, stando alla denuncia di Diaco, però resta. 

Intanto la raccolta dei rifiuti cittadina arranca. Questa mattina a Ostia ci sono state proteste e intorno alle 10 un gruppo di cittadini, esasperato dalla mancata raccolta, ha spinto i secchioni in mezzo alla strada e bloccato il traffico per protesta

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobili e tv per strada all'Esquilino, Diaco: "Qualcuno vuole metterci in difficoltà"

RomaToday è in caricamento