Lunedì, 26 Luglio 2021
Politica

Rom, percorsi di integrazione con raccolta differenziata? Marino respinge la proposta

"Non credo che questa ipotesi possa in questo momento essere presa in considerazione" ha detto il sindaco in merito all'idea lanciata dall'assessore Francesca Danese di impiegare i rom per filiere di recupero rifiuti

"Le decisioni importanti si prendono in giunta, collegialmente". Il sindaco Marino liquida così la proposta dell'assessore alle Politiche Sociale, Francesca Danese, su un possibile impiego dei rom nella raccolta differenziata. Idea che l'assessore ha rivendicato come "personale" e non al centro di alcuna delibera o provvedimento già esistente, ma che nonostante questo è finita in poche ore nella bufera di polemiche. 

Dal "siamo su Scherzi a parte?" di Alfio Marchini, al "pagarli per differenziare? Una follia" di Matteo Salvini, al dissenso anche interno alla maggioranza, con il commento secco di Stefano Pedica: "Proporre una cosa simile vuol dire non sapere come si amministra una città". Un putiferio per un'idea appena accennata, difesa invece da Opera Nomadi e dalla presidente della Commissione Politiche Sociali, Erica Battaglia, che però sembra che il sindaco abbia rimandato al mittente. 

"Non credo che questa ipotesi possa in questo momento essere presa in considerazione, come la stessa Danese vuole, perchè tutte le decisioni importanti la giunta le prende collegialmente. Anche questo è un metodo di lavoro diverso rispetto al passato" ha detto il primo cittadino intervenendo a Teleradio Stereo. 

"In passato -ha aggiunto Marino- spesso i sindaci avevano un piccolo gruppo di consiglieri interni o esterni con cui prendevano tutte le decisioni. Nella mia giunta le decisioni si prendono in giunta non ci sono altri luoghi".

Detto questo, "i rom devono essere aiutati a entrare nella legalità - precisa Marino - non possiamo avere situazioni di illegalità nella nostra città. Ci sono dei percorsi di legalità: i bambini devono andare a scuola, non possono essere tollerati comportamenti pericolosi per la sicurezza dei nostri cittadini. Devono essere evitati i roghi tossici e perseguiti con severità estrema i furti di rame che rendono pericolosa la nostra città perchè mette a rischio i treni della metro e l'illuminazione". 

"Questa amministrazione non vede le etnie dei Rom, Sinti e Camminanti come nemici, ma vuole che tutti vivano nella legalità, questo è l'unico percorso che vogliamo seguire". Ancora però nessuna proposta concreta. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rom, percorsi di integrazione con raccolta differenziata? Marino respinge la proposta

RomaToday è in caricamento