Caos rifiuti, Bergamo incolpa gli impianti della Regione. Buschini: "Dica grazie al territorio"

Il vicesindaco: "Un giorno sì e uno no un impianto parte del piano rifiuti della Regione si ferma". L'assessore regionale: "Sia meno arrogante"

I toni sembravano essersi abbassati dopo le ultime settimane di fuoco. E invece sulla difficile gestione dei rifiuti romana tra la Regione e il Comune è scattata una nuova scintilla. Ad innescarla il vicesindaco Luca Bergamo che a margine di un evento alla Casa del Jazz, a precisa domanda dei giornalisti presenti, ha affermato: "Il problema dei rifiuti a Roma non dipende dal fatto che noi non raccogliamo, ma che un giorno sì e uno no un impianto parte del piano rifiuti della Regione si ferma e non può accogliere i rifiuti della città". L'ultimo caso si è registrato nel viterbese tanto che gli impianti di Latina e Frosinone sono stati costretti ad accogliere i rifiuti della zona, impedendo a Roma di aumentare le tonnellate conferite se necessario.

Immediata la reazione dell'assessore ai Rifiuti della Regione Lazio, Mauro Buschini: "Bergamo sia meno arrogante e dica  grazie ai sindaci ed ai cittadini che consentono a Roma di usare gli impianti del territorio" ha scritto in una nota. "Il piano, meglio spiegarlo nel dettaglio a Bergamo, è pianificazione, non proprietà degli impianti. Ad esempio del piano regionale fanno parte anche gli impianti di Ama, se Bergamo non lo sapesse, di proprietà del Comune di Roma".

Poi conclude: "Ricordo a Bergamo che Roma, metropoli di 3 milioni di abitanti, è forse l'unico caso al mondo di una città che non conferisce un grammo di rifiuto in un impianto di smaltimento dentro i propri confini. Gli consiglio vivamente, dunque, di occuparsi della pubblicazione del bando per l'estate romana, atteso da settimane dagli operatori del settore, invece di parlare dei rifiuti romani senza alcuna competenza così come dimostrato dalle sue dichiarazioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento