rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Politica

Rifiuti abbandonati come set per “lo specchio della città”: il videoclip che piace ad Ama

Stefano Zaghis (Amm. unico Ama): “Rifiuti abbandonati sono una piaga per la città. Ben vengano contributi originali su questo tema”

Divani, poltrone, un materasso ed un mobiletto. Davanti una batteria di cassonetti. Non ci sarebbe nulla di insolito  se non si fosse trattato del set del videoclip “uno specchio che riflette la città”.

Il video

Tre minuti per affrontare in maniera ironica il problema dell’abbandono dei rifiuti. David Zulli, cantautore milanese trapiantato a Roma, ha voluto dare il proprio contributo nella denuncia di un tema. Un contributo subito “raccolto dalla municipalizzata”.

L'apprezzamento di AMA

“AMA ha deciso di ‘adottare’ la canzone e il video – sottolinea l’amministratore unico dell’azienda Stefano Zaghis – perché trattano in modo davvero originale e lieve un tema di attualità quotidiana”. Un problema serio visto che “Dall’inizio di quest’anno abbiamo dovuto raccogliere dalle nostre strade quasi 4.200 tonnellate di materiali di grossa taglia abbandonati da chi continua ad essere refrattario alle regole” ha fatto notare Zeghis.

La canzone

“Qualcuno ha arredato un salotto nei pressi dei cassonetti difronte casa mia. Un divano un mobiletto due poltrone e un tavolino a beneficio della comunità, ma nessuno ne ha rivendicato la paternità” canta Zulli nel videoclip realizzato nei pressi di Vigne Nuove dove, appunto, sul filo dell’ironia, è stato allestito proprio un salotto con i rifiuti ingombranti che, troppo spesso, si incontrano per strada.

Il racconto del cantautore

“Sono sensibile all’argomento è più forte di me” ha spiegato David Zulli. D’altra parte il cantautore ha ammesso di essersi ispirato da un episodio realmente accaduto. Un fatto accaduto “mentre lavavo i vetri dei finestroni del mio soggiorno e un tizio, come se niente fosse, sotto i miei occhi, ha tirato fuori dalla sua auto un grosso cavalletto di legno e lo ha letteralmente scaraventato in uno spazio dove già altri si erano premurati di ‘scordare’ mobili e cianfrusaglie varie”. A conferma del fatto che, quel video apprezzato anche da Ama, rappresenta davvero “uno specchio della città”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti abbandonati come set per “lo specchio della città”: il videoclip che piace ad Ama

RomaToday è in caricamento