rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Politica

Rider, troppi incidenti: i sindacati chiedono l'intervento di Gualtieri

Da Cgil Cisl e Uil richiesto al sindaco un tavolo sulla sicurezza stradale: "L'incolumità dei rider è a rischio"

Troppi incidenti ai fattorini impegnati nelle consegne a domicilio. In una città che è dominata dalla massiccia presenza di auto, con il numero di vetture pro capite più alto d’Italia, gli utenti cosiddetti “deboli” della mobilità hanno vita difficile. Ne pagano le spese anche i rider che, sempre più numerosi, effettuano le consegne a domicilio.

Rider vittime di frequenti incidenti 

Per i sindacati il numero di incidenti di cui i fattorini a bordo delle bici sono vittima ha superato il livello di guardia. Ed è ora di prendere provvedimenti per garantire la loro sicurezza. “Lo scorso 26 marzo un rider è stato investito a fine turno di lavoro ed è stato ricoverato in codice rosso: dall'inizio dell'anno, sul territorio, sono 25 le denunce di infortunio di cui siamo a conoscenza, riguardanti i lavoratori di una sola piattaforma, con cui il dialogo è più stretto” hanno dichiarato i segretari generali di Filt-Cgil Roma e Lazio, Fit-Cisl Lazio e UilTrasporti Lazio, Eugenio Stanziale, Marino Masucci e Maurizio Lago.

Le cifre dei sinistri che sono state indicate, rappresentano la classica punta dell’iceberg perché, oltra al fatto che riguardano una sola piattaforma, non tengono conto dei “numerosissimi casi in cui i rider decidono di non denunciare, per paura di perdere il lavoro” hanno spiegato i tre rappresentanti sindacali.
Per affrontare le tre sigle hanno chiesto al sindaco l’attivazione di un tavolo sulla sicurezza stradale.

Programmare una mobilità sicura

Parallelamente alla discussione sul nuovo Piano delle merci e della Logistica, dovremmo affrontare anche le criticità legate alle nuove attività di lavoro su strada, che necessitano di attenzione e sicurezza. Si deve programmare una mobilità sostenibile e sicura, fatta non soltanto di piste ciclabili, i cui percorsi sembrano seguire logiche oscure, fatte di interruzioni e tratti scollegati”. Piste ciclabili che sono aumentate negli ultimi anni e che sono destinate a crescere ulteriormente ma che non sono prive di criticità, com’è noto all’amministrazione capitolina.

A Roma l'uso dei mezzi privati è superiore alla media delle grandi aree urbane – hanno rimarcato i sindacalisti -  la conseguenza, oltre all'inquinamento, è l'anarchia di un traffico che non impatta soltanto sui cittadini ma anche su chi effettua consegne a domicilio. L'incolumità dei rider è messa dunque a rischio da conducenti che fanno abuso di sostanze, e da fattori strutturali quali il dissesto delle strade, l'illuminazione talvolta precaria, i binari del tram sporgenti, la presenza di lastroni fuori sede. Temi su cui servono azioni rapide” e su cui è chiesto l'intervento del Campidoglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rider, troppi incidenti: i sindacati chiedono l'intervento di Gualtieri

RomaToday è in caricamento