rotate-mobile
Politica

Emergenza rifiuti, pronto il piano del Governo. Marino: "Decreto prima del 21 maggio"

Il ministro Galletti ha incontrato tutti gli assessori regionali all'Ambiente e ha assicurato che a breve procederà con il decreto per "rivedere le procedure di emergenza"

Prende forma la via d'uscita dall'emergenza rifiuti per la Capitale. Il commissariamento a lungo invocato dal sindaco Ignazio Marino e dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti è un'ipotesi sempre più lontana. Il ministro all'Ambiente Gian Luca Galletti ha annunciato invece che il decreto che contiene l'articolo che “rivede le procedure per le gestioni di emergenza nei vari Comuni”verrà “attuato nei prossimi giorni”. L'ipotesi più probabile è che l'articolo, che modificherà il codice dell'Ambiente, potrebbe permettere al Comune di Roma o alla Regione Lazio di requisire gli impianti tmb presenti a Malagrotta di proprietà di Manlio Cerroni.

Proprio ieri il ministro Galletti ha incontrato a Roma gli assessori all'Ambiente di tutte le regioni che hanno messo sul tavolo del ministro i loro problemi e i temi per loro prioritari. Tra questi il dissesto idrogeologico, “per cui stiamo lavorando per un piano di lunga durata", conferma Galletti uscendo dall'incontro.

Il sindaco Marino si è detto soddisfatto del lavoro del ministro: “Va nella direzione giusta. Ora aspettiamo di leggere il testo del decreto legge”. L'auspicio del Campidoglio è che "il decreto legge venga inserito all'ordine del giorno e approvato quanto prima, in modo da restituire certezze importanti alla Capitale. E comunque anteriormente alla scadenza dell'ordinanza, il prossimo 21 maggio. Nel frattempo questa amministrazione è impegnata per un radicale cambiamento nelle politiche di gestione dei rifiuti”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza rifiuti, pronto il piano del Governo. Marino: "Decreto prima del 21 maggio"

RomaToday è in caricamento