Politica

Renzi si ricorda delle periferie e detta la linea a Tronca: "Luci, decoro, mezzi pubblici"

Il premier si è accorto di una Roma sofferente oltre le Mura. "Nei prossimi mesi con la gestione commissariale dovremo affrontare i problemi della periferia"

Parola del premier che ha fatto il sindaco, e che a suo dire sa bene come si governa una città. Quello in partenza sarà il Giubileo "degli ultimi e delle periferie". Perfettamente in linea con gli auspici di papa Bergoglio, con la Misericordia per lo spirito, e il low cost per le opere pubbliche. Talmente "low" che sulla carta c'è ben poco per quelle periferie da salvare.  

Nella famosa delibera di agosto con i cantieri per il maxi evento, approvata dalla giunta Marino e poi passata al vaglio del Cdm, i lavori più lontani sono all'Eur. I 29 interventi fuori dal Gra, inseriti nella prima versione del documento, sono stati subito depennati da palazzo Chigi. E dal premier, allora, neanche una parola. Sarà lo spirito milanese ad aver contagiato gli animi del governo. Il presidente del Consiglio si è ricordato ieri che fuori dalle Mura c'è una Roma in apnea. Si interverrà da adesso sul "terzo mondo" della città. 

Da Montesacro a Tor Sapienza, da Prima Porta a Magliana, da Massimina a Primavalle. Centinaia di ettari di verde trasformati in discariche a cielo aperto, bivacchi, insediamenti abusivi, parchi di quartieri inavvicinabili dai cittadini. Nuvole di fumo nero che si levano dai campi rom, accattonaggio, strade "groviera" e senza illuminazione. Bus che non passano, troppo spesso teatro di violenze e aggressioni. La lista è lunga, e il malessere profondo. 

"Nei prossimi mesi con la gestione commissariale si dovrà affrontare le periferie". Il premier, ex primo cittadino, ne parla come un'emergenza. Fino a oggi però, con Marino in campo, sulle priorità per la Capitale chiamata ad affrontare un evento di portata mondiale, al pari dell'Expo milanese, non una parola. E non un soldo. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renzi si ricorda delle periferie e detta la linea a Tronca: "Luci, decoro, mezzi pubblici"

RomaToday è in caricamento