Servizi pubblici, Agenzia comunale certifica il flop: "Da Atac ai rifiuti è fallimento di Raggi"

Duri i commenti delle opposizioni ai dati contenuti nella relazione annuale dell'Agenzia capitolina

Presentazione della relazione in Campdioglio

Strade come "discariche a cielo aperto", Atac che arranca, meno buche sulle carreggiate ma solo dopo 1,7 milioni di euro di risarcimenti richiesti dai cittadini per danni da buche e dossi sull'asfalto. E poi il verde pubblico e i servizi cimiteriali in sofferenza. Non è certo roseo il quadro fornito dalla Relazione annuale dell'Agenzia per il controllo della qualità del servizio pubblico di Roma Capitale, illustrata oggi alla presenza del presidente dell'Assemblea capitolina Marcello De Vito. E subito si susseguono uno dopo l'altro i commenti delle forze di opposizione. Tutte contro la sindaca Raggi. 

"A rischio il concordato preventivo"

C'è chi concentra le sue critiche sui trasporti. "Infine il dato più grave, quello che mette a rischio anche il concordato preventivo - commenta la consigliera del Pd Ilaria Piccolo - il forte aumento del numero di corse perse sul servizio di superficie. Con 1,65 mln di corse soppresse in più sul 2015 e circa 4.380 corse di media in meno Atac riporta la peggiore performance degli ultimi anni con mancati ricavi che si aggirano a circa 66 milioni solo nel 2018. Il tanto decantato risanamento dell'azienda più volte annunciato dalla giunta Raggi registra nei numeri forniti dall'Agenzia di controllo dei pubblici servizi dai dati dell'agenzia un totale fallimento". 

"1,7 milioni di euro di rimborsi per le buche"

Attacca la sindaca al capitolo strade invece il consigliere del Pd Giovanni Zannola. "La situazione del manto stradale a Roma è sempre più indecente. Le assicurazioni di Roma tra il 2016 e il 2018 hanno erogato 1,7 milioni di euro di rimborsi. Una cifra destinata ancora a salire visto la qualità degli interventi eseguiti. Le piogge di questi giorni poi, non hanno fatto altro che riaprire le voragini, rese invisibili superficialmente e nascoste da qualche rattoppo alla meno peggio. Altro che operazione 'Strade Nuove', qui si tratta di strade groviera, piene di crateri pericolosi per l'incolumita' e la sicurezza dei cittadini romani". 

"Relazione certifica fallimento di Raggi"

Interviene a commentare la relazione anche il consigliere regionale Eugenio Patanè. Che parla di "definitivo fallimento della Raggi e della sua Giunta dopo 3 anni e mezzo di amministrazione".  "Una raccolta differenziata ferma al palo - prosegue Patanè - 1,65 milioni di corse soppresse in più, triplicate rispetto al 2015; voto medio ai servizi cimiteriali, in particolare riguardo a manutenzione e pulizie, in continua discesa dal 2015: sono solo alcuni dei dati drammatici pubblicati sulla relazione dell'Authority. Sono dati drammatici che, insieme al giudizio fortemente negativo espresso nello stesso report dai cittadini romani danno in maniera netta e inequivocabile l'immagine di una amministrazione immobile e inadeguata, incapace di risolvere i problemi- ma anche di avere una sola idea di come farlo- e di mantenere le promesse tanto sbandierate in campagna elettorale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Raggi prenda atto dei voti insufficienti"

Sul dossier anche il consigliere di Fratelli d'Italia Francesco Figliomeni presente all'evento di illustrazione della relazione. "Ho partecipato questa mattina, insieme al presidente dell'Assemblea Capitolina e al vice Sindaco Bergamo, all'incontro che l'Agenzia guidata dal presidente Carlo Sgandurra ha organizzato in Campidoglio per illustrare la relazione annuale sullo stato dei servizi pubblici locali e sull'attivita' svolta. A fronte della discreta situazione dei servizi culturali e turistici, l'Agenzia ha confermato lo stato disastroso in cui versa la citta' nel settore dei rifiuti, dei trasporti, del verde, delle strade, dei cimiteri e dell'illuminazione pubblica con sempre piu' quartieri al buio. Tutti servizi per i quali i romani pagano cifre esorbitanti avendo in cambio disagi continui come peraltro risulta dalle segnalazioni che sono state fatte dagli intervistati, non calcolando, peraltro, il vasto numero di persone che subiscono in silenzio i disservizi. La giunta Raggi prenda atto dei voti insufficienti attribuiti dai cittadini e di quanto illustrato dall'Agenzia, dati che peraltro confermano le nostre quotidiane denunce, inverta la rotta perchè i romani non meritano questo trattamento". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento