rotate-mobile
Politica

Bus turistici, Meleo: "A febbraio regolamento in Aula". Ma il I municipio è sulle barricate

Il parlamentino a guida Pd sta per lanciare una petizione: "La nuova normativa sia più stringente"

Il 17 gennaio il parere della commissione Mobilità, a febbraio il voto in Aula. Che fine ha fatto il regolamento sui bus turistici? L'assessore Linda Meleo rassicura chi già lo da per perso: "Il processo amministrativo prosegue come programmato". Parliamo della stretta sulla circolazione dei torpedoni nel centro città, con innalzamento delle tariffe d'ingresso (e rincari del 1700 per cento per entrare nell'anello ferroviario), insieme a una nuova ztl C che chiuderà ai mezzi una parte del centro storico.  

Regole fortemente contestate dalle associazioni del comparto turistico e dagli stessi autisti dei bus (a novembre l'occupazione degli uffici dell'assessorato) in un braccio di ferro che si è protratto per settimane senza risultati rilevanti per gli operatori. Il Campidoglio ha tirato dritto e, a detta di Meleo, non ha intenzione di tirarsi indietro: il giro di vite per i bus turistici arriverà in delibera, con ulteriori novità. "Abbiamo pubblicato anche la gara per l’acquisto di speciali sensori da posizionare nelle aree dedicate alla sosta - annuncia ancora Meleo - per contrastare ogni forma di abusivismo, garantire maggiori controlli e registrare eventuali irregolarità". Una risposta alle rimostranze degli autisti che chiedevano, prima di puntare il dito contro i giganti di lamiere in doppia fila, maggiori controlli sui posteggi autorizzati, troppo spesso occupati da auto private. 

Ma è ancora troppo poco per il I municipio, territorio dove ricade la stragrande maggioranza degli itinerari percorsi dai mezzi turistici. Una strenua battaglia che il parlamentino a trazione Pd porta avanti da anni. E stavolta pur apprezzando lo sforzo dei pentastellati contesta il perimetro - "insufficiente" - dei divieti. Nella ztl C troviamo il Tridente, Treve, le strade dell'ansa barocca. Ma restano scoperti, e quindi accessibili ai pullman, Testaccio, Trastevere, Celio, Santa Maria Maggiore, Esquilino, Aventino, Prati. Per il municipio lo stop dovrebbe riguardare tutto il territorio del Centro storico. 

E dopo la bocciatura già espressa in Consiglio, si prepara a lanciare un'apposita petizione domani, mercoledì 17 gennaio, durante una riunione con comitati e associazioni nell'aula municipale. "E' un tema su cui siamo impegnati da tempo - commenta l'assessore alla Mobilità del I municipio Anna Vincenzoni - trasversale alle diverse realtà territoriali, commerciali e residenziali. Chiederemo al Campidoglio di mettere ulteriormente mano al regolamento, le regole devono essere più stringenti". 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bus turistici, Meleo: "A febbraio regolamento in Aula". Ma il I municipio è sulle barricate

RomaToday è in caricamento