Regione, il Consiglio taglia i vitalizi: atteso risparmio di 5 milioni all'anno

Il contributo di solidarietà andrà dall'8% al 17% per chi riceve un solo vitalizio. Per chi ne ha accumulati altri sale fino a 40%. L'attesa invece aumenta a 65 anni. La norma è stata approvata all'unanimità

Stretta sui vitalizi. Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato all'unanimità in tarda serata una norma che prevede un taglio e una riduzione, ma non un'abolizione, dei vitalizi. Norma che verrà introdotta attraverso un subemendamento alla legge sul personale, in discussione alla Pisana. Una delle principali novità sta nel fatto che, a decorrere dall'1 gennaio 2015, chi non ha maturato il vitalizio e ha meno di 50 anni potrà percepire il vitalizio a 65 anni (e non più a 50 come previsto dalla vecchia legge Polverini). Su richiesta sarà possibile ottenerlo anche a 60 anni ma l'importo verrà ridotto del 5% per ogni anno di anticipo. Quindi se un consigliere decidesse di riscuoterlo a 60 se lo vedrebbe decurtato del 25%.

CHI NE BENEFICIA - Queste novità riguardano i consiglieri eletti fino alla scorsa legislatura, perché, come stabilito dalla legge 4 del 2013, i consiglieri regionali alla loro prima esperienza alla Pisana in questa legislatura (la X) non percepiranno alcun vitalizio ma avranno diritto a un trattamento previdenziale, che al momento prevede il versamento di un contributo da parte loro mentre un'altra parte (pari ai due terzi verrà versato dal Consiglio). 

IL CONTRIBUTO - Poi, viene istituto per i prossimi tre anni il contributo di solidarietà, che poi può essere rinnovato alla scadenza, per chi percepisce il vitalizio o per i congiunti che ricevono la reversibilità (si tratta di 272 persone). Questo contributo sarà progressivo: fino a 1.500 euro lordi sarà pari all'8%, da 1.501 a 3.500 il 10%, da 3.501 a 6.000 il 13%, oltre i 6.000 il 17%. Queste le aliquote per chi riceve un solo vitalizio. Per chi ne ha accumulati altri (di altre regioni, del Parlamento europeo, Camera o Senato) il contributo di solidarietà sale del 40% sull'imposta: fino a 1.500 lordi l'11,2%, poi l'aliquota sale al 14% per la seconda fascia, al 18,2% per la terza e al 23,8% per la quarta. E ancora, è stato bloccato l'adeguamento Istat per i prossimi tre anni. Chi ha un doppio vitalizio avrà la facoltà di chiedere alla Regione, entro 30 giorni dalla pubblicazione della legge, la restituzione dei contribuzione versati senza rivalutazione monetaria nè corresponsione di interessi, rinunciando di fatto al vitalizio regionale. 

LA SPESA - Se per ipotesi tutti i consiglieri appartenenti a questa 'famiglia' aderissero a questa possibilità il Consiglio regionale risparmierebbe circa 80 milioni nei prossimi 20 anni. Anche i consiglieri di questa legislatura, purché siano alla loro prima nomina, potranno richiedere la restituzione dei contributi previdenziali fin qui versati dal loro insediamento nel 2013, rinunciando così alla pensione che avrebbero preso a 65 anni, sempre facendone richiesta entro un mese dalla pubblicazione della legge. Da tutta questa manovra ci si attende un risparmio a regime di 5 milioni all'anno per il bilancio della Pisana e quindi della Regione. Va ricordato che i vitalizi pesano sul bilancio della Pisana per il 20%, perché si tratta di un esborso annuale attuale di circa 20 milioni di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ZINGARETTI - “Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato un’altra importante legge. Dopo l’abolizione dei vitalizi fatta nel 2013 per gli attuali consiglieri, abbiamo tagliato anche i vitalizi del passato. Accorpato due altre grandi società, Lazio Service e LAIT, in una. Abbassato del 10% il bollo alle società di leasing per riportare nel Lazio le immatricolazioni e incassare decine di milioni di euro che avevamo perso. Grazie a tutti i consiglieri per queste scelte e per il sostegno unanime che hanno garantito. Grazie ad una squadra straordinaria che con i fatti e a testa alta sta cambiando tutto come avevamo promesso ai cittadini: il Lazio cambia davvero” ha dichiarato in una nota il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus Roma, presidente dell'ordine dei medici: "Nel Lazio situazione preoccupante"

  • Albero crolla su auto, il padre della ragazza nella vettura: "Criminali, oggi potevo essere al funerale di mia figlia"

  • Ciclabile Tuscolana, investiti due fratelli. Il padre: "Più che una bike lane è una preferenziale per scooter"

  • Metro B, Castro Pretorio e Policlinico chiudono per la sostituzione della scale mobili

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento