Politica

Regione, l'immobiliarista Carlino alla commissione Ambiente

La nomina del proprietario dell'Immobildream non è stata accolta favorevolmente dall'opposizione. Pedica (Idv): "Palazzinaro Carlino a difesa ambiente?". Il nuovo vecepresidente Zaratti: "Rischio conflitto d'interessi"

E' Roberto Carlino (Udc), uno degli immobiliaristi più noti della Capitale, il nuovo presidente della commissione Ambiente e cooperazione tra i popoli del Consiglio regionale del Lazio. La nomina del proprietario dell'Immobildream non è stata accolta positivamente. Il coordinatore regionale dell'Idv, Stefano Pedica, così ha commentato la notizia: "Più che di commissione, nel caso di quella dedicata all'Ambiente in Consiglio regionale del Lazio si potrebbe parlare di commistione".

"Abbiamo ormai perso la speranza di essere governati da persone che hanno specifiche competenze nel settore nel quale concentrano la propria azione, ma accettare attività in antitesi tra loro è troppo", ha proseguito il senatore. "Dopo gli avvocati dei mafiosi in commissione antimafia e le veline alle pari opportunità - conclude Pedica - da oggi abbiamo anche un palazzinaro a salvaguardia dell'ambiente".

Ancora più critico Filimberto Zaratti, consigliere di Sel ed ex assessore all'Ambiente: "La scelta del centrodestra di eleggere presidente della commissione Ambiente il consigliere Carlino, noto immobiliarista e costruttore, non ci sorprende poiché essa è in linea perfetta con le pericolose idee di gestione dell'ambiente e del territorio che il centrodestra tenta di imporre ai cittadini, senza alcun senso della realtà e senza altro interesse che non sia quello proprio". "Non ci troviamo soltanto di fronte a un probabile rischio di conflitto di interessi - aggiunge - ma anche alla totale assenza di senso di responsabilità e di opportunità nella scelta dei ruoli e al più assoluto disinteresse per la tutela del territorio, dell'ambiente e delle persone che da esso dipendono".

Le critiche arrivano anche dal coordinatore di Forza Nuova del Lazio, Gianguido Saletnich che ha commentato: "Non so, è come mettere un lupo a guardia degli agnelli". La pensa diversamente, invece, Pietro Sbandella (Udc), consigliere regionale del Lazio, che così ha commentato la nomina: "Rimango perplesso per alcune esternazioni delle opposizioni che in alcune casi scadono nel cattivo gusto dell'attacco personale, pretestuoso e inutilmente offensivo". "Lasciamolo lavorare - ha concluso - e potremo valutare insieme".

Soddisfatto invece il nuovo presidente. "Sono davvero molto contento di essere stato eletto a ricoprire questo importante incarico istituzionale - ha detto all'uscita dell'aula Etruschi della Pisana, Roberto Carlino- e spero di lavorare negli interessi dei cittadini del Lazio". "In passato - ha aggiunto Carlino - ho fatto parte della commissione Urbanistica, dando sempre il mio contributo in termini di iniziative e proposte e spero di poter dare, anche oggi, il mio contributo per il bene sia della Regione che dei cittadini". "Mi auguro - ha concluso - che si possa instaurare all'interno della commissione un clima costruttivo e di dialogo, nell'interesse comune".

Le altre nomine. Francesco Pasquali (Pdl) e Filiberto Zaratti (Sel) sono i nuovi vicepresidenti della commissione. Fanno inoltre parte del team Andrea Bernaudo (Lista Polverini), Francesco Storace (La Destra), Lidia Nobili (Pdl), Mario Di Carlo (Pd) ed Angelo Bonelli (Verdi).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, l'immobiliarista Carlino alla commissione Ambiente

RomaToday è in caricamento