Politica

Regione, Foschi (Pd): "I voti non giustificano la violazione delle leggi"

Il consigliere Pd, Enzo Foschi, afferma che "la stagione dell’arroganza da parte del Pdl continua senza freni"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Di Giorgi dovrebbe sapere che non sono le parole ad avere validità giuridica ma gli atti e quello che presenteremo alla Corte dei Conti, a firma di tutte le opposizioni, avrà una corposissima validità che fortunatamente non sarà valutata da questa maggioranza ma dai giudici della Corte dei Conti". Lo afferma il consigliere Pd della Regione Lazio, Enzo Foschi. "Noto comunque che la stagione dell’arroganza da parte del Pdl continua senza freni. Sono la casta che umilia il Lazio e i suoi cittadini. I voti non sono mai stati il lasciapassare per violare le leggi, questa interpretazione delle norme - prosegue Foschi - è propria solo del Pdl ed è il peccato originale dei guasti provocati da questo partito, dal suo capo e da tutti berlusconini d’Italia al nostro paese, al Lazio e alla stessa Capitale. Noto con disappunto e rammarico che la Regione Lazio con questa maggioranza si va sempre piu configurando come Regione delle violazioni di legge".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, Foschi (Pd): "I voti non giustificano la violazione delle leggi"

RomaToday è in caricamento