Politica

Agricoltura, approvato il biodistretto nella maremma etrusca

La prima volta con l'entrata in vigore del nuovo regolamento. Coinvolge i comuni di Allumiere, Monte Romano, Tarquinia e Tolfa

La giunta regionale ha detto 'sì': il biodistretto "Maremma Etrusca e Molti della Tolfa, in sigla MET" è stato approvato. "Come Regione crediamo fortemente nei biodistretti che hanno la finalità di diffondere la cultura del biologico e stabilire un modello di sviluppo sostenibile e compatibile con le esigenze dei territori e delle comunità insediate" ha commentato a margine della votazione Enrica Onorati, assessora all’agricoltura, foreste, promozione della filiera e della cultura del cibo, pari opportunità della Regione Lazio.

A febbraio di quest'anno, la giunta Zingaretti ha dato parere favorevole al nuovo regolamento a supporto dell'agricoltura biologica. Con questo nuovo testo vengono stabiliti i criteri per individuare i soggetti che fanno parte di un biodistretto, non solo, vengono disciplinate anche le modalità per concedere i contributi e elaborare programmi annuali. Il testo approvato fissa anche i criteri attraverso cui verranno effettuati i controlli per valutare il corretto utilizzo dei contributi ottenuti.

"Dopo il percorso condiviso che ha visto coinvolte le strutture amministrative, la Commissione consiliare, che ringrazio ancora per il lavoro celere e proficuo sul testo regolamentare, e la stessa Giunta, l'approvazione del biodistretto "Maremma Etrusca e Molti della Tolfa, in sigla MET", testimonia infatti il buon andamento di un percorso cominciato nel 2019 con l'approvazione della legge 11 per la disciplina e la promozione dei biodistretti" ha commentato l'assessora Enrica Onorati.

La delegata all'Agricoltura ha, infine, ricordato: "Queste realtà sono costituite mediante accordo tra enti locali, soggetti pubblici e privati, che sono rappresentativi dell’identità storica e produttiva del territorio su cui operano, che si integrano nel sistema produttivo locale e che si ispirano ai quattro principi dell’agricoltura biologica formulati dalla Federazione internazionale dei movimenti dell’agricoltura biologica (IFOAM): benessere, ecologia, equità e precauzione" ha concluso Onorati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura, approvato il biodistretto nella maremma etrusca

RomaToday è in caricamento