rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Politica

Regionali Lazio, centrodestra ancora senza candidato: "Lo annunceremo il 15 dicembre"

Il consigliere regionale FdI Righini rassicura: il nome sarà fatto in occasione del decennale del partito, durante le celebrazioni a piazza del Popolo. Ma gli alleati fremono

L’orologio continua a ticchettare inesorabile, ma dal centrodestra ancora non arriva il nome del candidato alle prossime elezioni regionali. Atteso già a metà novembre, dovrebbe invece essere svelato un mese dopo, il 15 dicembre, in occasione delle celebrazioni per il decennale di Fratelli d’Italia, che prenderanno il via il 15 dicembre a piazza del Popolo alla presenza della leader di partito, e premier, Giorgia Meloni.

A dirlo è stato il consigliere regionale Giancarlo Righini, che martedì ha spiegato che il nome verrà fatto “in un momento per noi celebrativo, alla presenza di Giorgia Meloni e della nostra dirigenza nazionale. Un momento solenne, il migliore per una candidatura cosi importante e prestigiosa che ha l'obiettivo di vincere nel Lazio”.

Se i motivi alla base del “ritardo” nell’annunciare il candidato della coalizione di centrodestra siano davvero legati alla scelta dell’occasione, non è dato saperlo. Il sospetto, però, è che la decisione, che inizialmente sembrava semplice, si sia rivelata più difficile del previsto. Se inizialmente sembrava certa la candidatura di Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera dei Deputati e vicinissimo alla premier, le sue posizioni contrarie al termovalorizzatore (mal digerite soprattutto dalla Lega) gli hanno fatto perdere terreno prima davanti al presidente nazionale della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca, candidato civico che è stato a sua volta “scalzato” da altri nomi più politici.

E se su Roma resta sul tavolo l’ipotesi Chiara Colosimo, fedelissima di Giorda Meloni, uscendo dai confini cittadini (le regionali, d’altronde, consentono di allargare il raggio) prende sempre più corpo quella di attingere dalla provincia e candidare l’europarlamentare di Latina, ex sindaco di Terracina, Nicola Procaccini. Soprattutto dopo che il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina ha respinto la richiesta della procura di procedere nei suoi confronti nell’ambito dell’inchiesta Free Beach.

Anche il nome del coordinatore regionale Paolo Trancassini resta nella lista e guadagna posizioni, complice l’endorsement di Francesco Lollobrigida, ma le certezze a oggi stentano ad arrivare, mentre si accorcia l’intervallo a disposizione per avviare la campagna elettorale in vista del voto del 12 e 13 febbraio. Non è un caso che la Lega in particolare stia fremendo per dichiarare ufficialmente il candidato e rafforzare il risultato ottenuto alle elezioni di settembre, pressioni rivolte alla premier Meloni, cui spetta l’ultima parola.

“La proposta sul nome del governatore spetta a Fdi, siamo in attesa, spero che arrivi il più presto possibile”, ha confermato Claudio Durigon, sottosegretario del Lavoro e delle Politiche Sociali e coordinatore regionale della Lega nel Lazio. Ed ecco Righini arrivato a rassicurare: il nome arriverà tra il 15 e il 17 dicembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali Lazio, centrodestra ancora senza candidato: "Lo annunceremo il 15 dicembre"

RomaToday è in caricamento