Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Referendum Atac: a Roma si vota per la messa a gara del trasporto pubblico. Tutte le informazioni

I seggi restano aperti dalle ore 8.00 alle ore 20.00. Al termine delle operazioni di voto, sarà avviato lo scrutinio

A partire dalle ore 8.00 fino alle ore 20.00 di oggi, domenica 11 novembre, i cittadini di Roma sono chiamati a esprimere il proprio voto per decidere se liberalizzare o no il trasporto pubblico della città. Si potrà votare per il referendum Atac, promosso dai Radicali Italiani e di Roma, dalla lista +Europa, dall’associazione politica Movimenta e da Aduc, l’Associazione per i diritti degli utenti e dei consumatori, presso i seggi abituali. 

Quattro ore di voto e affluenza bassissima. Il referendum Atac non sembra sfondare. Alle ore 12 l'affluenza alle urne per il referendum sulla liberalizzazione del trasporto pubblico locale è del 4,82%. Le urne resteranno aperte fino alle 20. [QUI IL DETTAGLIO]

I risultati in serata. Alla chiusura dei seggi, alle ore 20, inizierà lo spoglio. Su questa pagina sarà possibile seguire gli aggiornamenti sui risultati

Referendum Atac, i risultati in serata: tutti gli aggiornamenti in diretta

I quesiti del Referendum Atac 

Sono quindi due i quesiti sottoposti agli oltre due milioni di cittadini. Nel primo caso: “Volete voi che Roma Capitale affidi tutti i servizi relativi al trasporto pubblico locale di superficie e sotterraneo ovvero su gomma e su rotaia mediante gare pubbliche, anche a una pluralità di gestori e garantendo forme di concorrenza comparativa, nel rispetto della disciplina vigente a tutela della salvaguardia e la ricollocazione dei lavoratori nella fase di ristrutturazione del servizio?”.

Nel secondo caso: “Volete voi che Roma Capitale, fermi restando i servizi relativi al trasporto pubblico locale di superficie e sotterraneo ovvero su gomma e rotaia comunque affidati, favorisca e promuova altresì l’esercizio di trasporti collettivi non di linea in ambito locale a imprese operanti in concorrenza?”.

Le ragioni del sì

Le ragioni del no

Chi può votare

Possono votare tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali di Roma Capitale e colore che appartenendo ad una delle categorie previste dall’art. 6 dello Statuto, si siano appositamente registrati tra l’1 ottobre e il 31 dicembre dello scorso anno. Tra questi: i cittadini non residenti a Roma, che godono dei diritti di elettorato attivo ed esercitano in essa la propria attività prevalente di lavoro; gli studenti non residenti a Roma, che godono dei diritti di elettorato attivo ed esercitano in essa la propria comprovata attività di studio, presso scuole o università; gli stranieri che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età, legittimamente presenti nel territorio nazionale e residenti a Roma o ivi aventi il domicilio per ragioni di studio o di lavoro. Possono votare anche i cittadini residenti all’estero, informati a decorrere dal 45esimo giorno precedente alla votazione

Il voto e le schede

Agli elettori verranno consegnate due schede di colore diverso, una per ogni quesito. Su ognuna di queste schede sarà riportato il testo e entrambi i riquadri che indicano il “SI” e il “NO”. Il voto consisterà nell’apporre una croce su uno dei due riquadri. Alla fine delle operazioni di voto, inizierà lo scrutinio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum Atac: a Roma si vota per la messa a gara del trasporto pubblico. Tutte le informazioni

RomaToday è in caricamento