rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Politica

Referendum Atac: a Roma si vota per la messa a gara del trasporto pubblico. Tutte le informazioni

I seggi restano aperti dalle ore 8.00 alle ore 20.00. Al termine delle operazioni di voto, sarà avviato lo scrutinio

A partire dalle ore 8.00 fino alle ore 20.00 di oggi, domenica 11 novembre, i cittadini di Roma sono chiamati a esprimere il proprio voto per decidere se liberalizzare o no il trasporto pubblico della città. Si potrà votare per il referendum Atac, promosso dai Radicali Italiani e di Roma, dalla lista +Europa, dall’associazione politica Movimenta e da Aduc, l’Associazione per i diritti degli utenti e dei consumatori, presso i seggi abituali. 

Quattro ore di voto e affluenza bassissima. Il referendum Atac non sembra sfondare. Alle ore 12 l'affluenza alle urne per il referendum sulla liberalizzazione del trasporto pubblico locale è del 4,82%. Le urne resteranno aperte fino alle 20. [QUI IL DETTAGLIO]

I risultati in serata. Alla chiusura dei seggi, alle ore 20, inizierà lo spoglio. Su questa pagina sarà possibile seguire gli aggiornamenti sui risultati

Referendum Atac, i risultati in serata: tutti gli aggiornamenti in diretta

I quesiti del Referendum Atac 

Sono quindi due i quesiti sottoposti agli oltre due milioni di cittadini. Nel primo caso: “Volete voi che Roma Capitale affidi tutti i servizi relativi al trasporto pubblico locale di superficie e sotterraneo ovvero su gomma e su rotaia mediante gare pubbliche, anche a una pluralità di gestori e garantendo forme di concorrenza comparativa, nel rispetto della disciplina vigente a tutela della salvaguardia e la ricollocazione dei lavoratori nella fase di ristrutturazione del servizio?”.

Nel secondo caso: “Volete voi che Roma Capitale, fermi restando i servizi relativi al trasporto pubblico locale di superficie e sotterraneo ovvero su gomma e rotaia comunque affidati, favorisca e promuova altresì l’esercizio di trasporti collettivi non di linea in ambito locale a imprese operanti in concorrenza?”.

Le ragioni del sì

Le ragioni del no

Chi può votare

Possono votare tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali di Roma Capitale e colore che appartenendo ad una delle categorie previste dall’art. 6 dello Statuto, si siano appositamente registrati tra l’1 ottobre e il 31 dicembre dello scorso anno. Tra questi: i cittadini non residenti a Roma, che godono dei diritti di elettorato attivo ed esercitano in essa la propria attività prevalente di lavoro; gli studenti non residenti a Roma, che godono dei diritti di elettorato attivo ed esercitano in essa la propria comprovata attività di studio, presso scuole o università; gli stranieri che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età, legittimamente presenti nel territorio nazionale e residenti a Roma o ivi aventi il domicilio per ragioni di studio o di lavoro. Possono votare anche i cittadini residenti all’estero, informati a decorrere dal 45esimo giorno precedente alla votazione

Il voto e le schede

Agli elettori verranno consegnate due schede di colore diverso, una per ogni quesito. Su ognuna di queste schede sarà riportato il testo e entrambi i riquadri che indicano il “SI” e il “NO”. Il voto consisterà nell’apporre una croce su uno dei due riquadri. Alla fine delle operazioni di voto, inizierà lo scrutinio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum Atac: a Roma si vota per la messa a gara del trasporto pubblico. Tutte le informazioni

RomaToday è in caricamento