Politica

Rapina in gioielleria, Paolillo: "Certezza della pena per i malfattori"

Il consigliere delegato alla sicurezza di Confcommercio, Paolo Paolillo, commenta la rapina effettuata in una gioielleria di via Vittoria

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Ci allarma il fatto che in pieno giorno e in pieno centro storico si possa perpetrare una rapina con queste caratteristiche. Ad eccezione dei furti da Cartier e Capuano, cosiddetti furti di destrezza, questo genere di rapine in stile anni Settanta negli ultimi anni si erano molto diradate". Lo afferma il consigliere delegato alla sicurezza di Confcommercio Paolo Paolillo. "I gioiellieri vivono sempre con l'angoscia e lo stress delle rapine - prosegue Paolillo - ma abbiamo paura che la situazione di relativa 'tranquillita' degli ultimi anni possa essere rotta. Con l'arrivo del nuovo questore Tagliente - precisa - la collaborazione dei commercianti con le forze dell'ordine è aumentata e confidiamo che questi rischi possano essere arginati. Nel corso del 2011, secondo quanto riferito appena ieri dallo stesso questore, nel territorio di Roma e provincia si sono registrate una ventina di rapine alle gioiellerie. Certo è che fin quando non ci sarà certezza della pena per i malfattori le nostre paure continueranno a sussistere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in gioielleria, Paolillo: "Certezza della pena per i malfattori"

RomaToday è in caricamento