menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Raggi sulle periferie è un disco rotto. Solo annunci, non ha fatto nulla"

Dopo la conferenza stampa di ieri, polemiche dal centrosinistra

Dopo la conferenza della delegata della sindaca Federica Angeli e della prima cittadina stessa sui progetti per le periferie, arriva l'affondo del Pd Lazio. E' Enzo Foschi, vicesegretario regionale, a parlare di disco rotto: "La sindaca Raggi dice che le periferie per lei sono una priorità. Sono 4 anni e mezzo che lo ripete, senza fare nulla. Sembra proprio che il disco si sia incantato. La verità è che le periferie sono totalmente abbandonate. È bello l'albero acceso a piazza Venezia, ma non dimentichiamo che in periferia gli alberi cadono e le strade sono piene di buche e al buio".

Ieri la prima cittadina, nel corso della conferenza stampa, aveva spiegato, prima di annunciare i progetti per "strappare i giovani alla criminalità", che "in questi anni ci siamo impegnati nelle riqualificazione delle periferie, sulle strade, sul verde per la manutenzione ordinaria. Ci siamo concentrati sul riportare un sistema a lavorare in ordinario e in automatico, adesso iniziamo a fare altro". Ordinario indicato nelle strade rifatte, nella gestione del verde (Raggi ha ricordato il maxi appalto), negli autobus nuovi e nelle manutenzioni. 

Sulla linea di Foschi anche la la capogruppo in Campidoglio della Lista Civica Roma Torna Roma, Svetlana Celli: "Raggi dopo quattro anni e mezzo sulle periferie è ferma agli annunci. Ma ora non bastano più spot, serve più che mai ascolto per capire i bisogni dei territori, abbandonati e stanchi anche di essere chiamati 'periferia'. Io preferisco pensarli parte integrante e pulsante della città. E se questo valore fosse stato al centro della Giunta Raggi non ci troveremmo con tante associazioni, che hanno creato negli anni spazi di socializzazione e offerto servizi, costrette allo sfratto e allo sgombero. Azioni amministrative in assenza di un pensiero e una strategia politica che testimoniano come in questi anni la sindaca Raggi le periferie non le abbia conosciute, ne' volute conoscere e come verso questa parte di citta' sia stato innalzato un muro di disinteresse. Troppo facile ricercare il consenso in quei territori ora. I romani giudicano questa amministrazione per quanto non fatto in quattro anni e mezzo e non per gli slogan degli ultimi sei mesi". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Attualità

Coronavirus, a Roma 534 casi. Sono 1243 i nuovi contagi nella regione Lazio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento