Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica Ponte di Nona / Viale Francesco Caltagirone

Roma Est, un 'telepass' ai residenti per non pagare il pedaggio: la proposta di Raggi al ministro

Il progetto è eliminare il pagamento al casello della A24 nel tratto urbano. Nanni, coordinatore romano di Azione: “Come mai la sindaca se ne ricorda solo ora, a cinque anni di governo della città?”

Un progetto per evitare che i pendolari non paghino più il casello della A24 nel tratto urbano. È questo il contenuto della lettera che la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha inviato sul tavolo del ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini.

Dal 2016 a oggi: tentativi falliti di eliminare il pedaggio

Il 2021 come il 2016. Ora come allora, il tema ‘eliminazione del pedaggio nel tratto urbano’ della città torna puntuale. Anzi, già nel 2015 la proposta di eliminare il pagamento del casello autostradale era stata avanzata da Enrico Stefàno, già consigliere M5s. Poi è stata la volta del partito democratico (addirittura con un incontro al Nazareno per mettere tutto nero su bianco) e poi ancora, a fasi alterne, tutti gli altri partiti. Nel 2019 sono stati ancora I pentastellati del sesto a chiedere un incontro al ministro. Di recente, il Partito democratico municipale aveva proposto un’app per il cellulare che rendesse gratuito il tratto urbano ai residenti. Nulla è cambiato: I pendolari che dalla periferia est di Roma devono raggiungere il centro della città pagano un ‘obolo’.

Il progetto di Raggi: un 'telepass' per i residenti

Raggi, insieme all'amministratore delegato di Strada dei Parchi Spa Riccardo Mollo, ha scritto una lettera al ministro Enrico Giovannini per presentare un progetto che consentirà ai pendolari casa-lavoro di non pagare più il pedaggio alla barriera di Roma Est. “L'idea su cui si sta lavorando è una sorta di accredito sul sito di Roma Capitale attraverso una procedura che consentirà al Comune di vagliare i requisiti del richiedente: una volta accreditati attraverso un "telepass" si potrà passare per i caselli senza pagare pedaggio” fanno sapere dal Campidoglio. Il progetto è stato impostato dal tavolo di coordinamento tra Roma Capitale e Strada dei Parchi istituito recentemente. I costi stimati dell'iniziativa ammontano tra i 5 e 10 milioni di euro l'anno. Per attuarlo la fonte di finanziamento è il nuovo Piano economico finanziario di Strada dei Parchi, che però è in attesa di un'approvazione da circa otto anni. Per questo nella lettera indirizzata al ministro si chiede di approvare il Piano.

Nanni (Azione): "Spot elettorale"

“Finalmente Raggi dopo 5 anni si ricorda di Roma Est. Mi chiedo, e se lo staranno chiedendo tutti i cittadini del quadrante, come mai la sindaca se ne ricordi solo ora dopo 5 anni al governo della città. Questa sua 'uscita autostradale' a pochi mesi dalle elezioni sa molto di campagna elettorale, o altrimenti significa che non conosce la città e i suoi problemi” ha commentato Dario Nanni, responsabile romano di Azione, il partito di Carlo Calenda. Ha aggiunto: “Visto che è anche sindaca della Città metropolitana è stucchevole che non dica nulla per i pendolari dei comuni dell'hinterland. A questo punto, se veramente la Raggi vuole dimostrare che non è uno spot elettorale chieda ad Autostrade il rimborso dei pedaggi della A24 dei 5 anni precedenti, per compensare la sua colpevole inerzia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma Est, un 'telepass' ai residenti per non pagare il pedaggio: la proposta di Raggi al ministro

RomaToday è in caricamento