Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Raggi premia Ranieri in Campidoglio: "Roma si ricorda di me"

Il mister che l'anno scorso ha trionfato in Premier League rivolgendosi alla sindaca di Roma sottolinea: "Ho ricevuto diversi premi ma questo in casa ha qualcosa di speciale"

La sindaca di Roma Virginia Raggi ha consegnato una delle "onorificenze più prestigiose dell'amministrazione", la Lupa Capitolina, all'allenatore di calcio Claudio Ranieri per il lavoro svolto alla guida del Leicester City dove, prima del recente esonero, nella stagione 2015/16 aveva trionfato vincendeo la Premier League vivendo così uno dei più avvincenti successi nella storia del calcio, una favola moderna del mondo dello sport.

Per questo importante risultato ha ricevuto il Premio Bearzot e nel 2016 Best FIFA Men's Coach, il premio attribuito dalla FIFA al miglior allenatore dell'anno nel mondo. Il Coni gli ha assegnato la Palma d'oro al merito tecnico, la massima onorificenza prevista per i tecnici sportivi. Per la sua carriera e i successi sportivi quindi Roma Capitale gli attribuisce l’onorificenza della Lupa Capitolina.

"Ranieri ha avuto la grande capacità di inorgoglire non solo i tifosi inglesi, riscrivendo la storia del Leicester City, ma i tifosi romani, italiani e di tutto il mondo", ha detto la sindaca Raggi sottolineando non solo le doti sportive di Ranieri ma anche le "grandi doti umane di simpatia e serietà che gli vengono universalmente riconosciute. E' un testaccino doc di cui siamo orgogliosi - ha aggiunto la sindaca - che ha fatto intendere che con il lavoro costante si può raggiungere qualsiasi risultato. A lui va il nostro ringraziamento, grazie mister".

Con la prima cittadina anche l'Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi di Roma Capitale Daniele Frongia: "Abbiamo voluto dare un riconoscimento a un uomo, un romano, che ha ottenuto un risultato impensabile  nel calcio di oggi. Ranieri però non è stato il beneficiario di una particolare e irripetibile congiuntura astrale ma le ragioni della sua impresa sono da ricercarsi unicamente nella sue competenze e grande professionalità. Oggi celebriamo infatti di un top manager, che ha allenato squadre tra le più prestigiose e vinto trofei in Italia, Spagna, Inghilterra e Francia".

Presente pure il presidente dell'Assemblea Capitolina Marcello De Vito: "Lo sport è una straordinaria opportunità in cui un traguardo inarrivabile, con l'impegno, può diventare possibile. Ranieri è riuscito nella sua impresa. I suoi risultati ci inorgogliscono e inorgogliscono gli appassionati di tutto il mondo. Riconoscere in Aula Giulio Cesare, il talento di questo illustre romano doc è un ulteriore motivo di cui la città deve essere fiera".

Commosso l'ex allenatore del Leicester ha ricevuto il premio e commentato: "Sindaca, la ringrazio perché non mi aspettavo una cosa del genere. Vedere così tanta gente qui per me è molto bello. Sono molto orgoglioso che la mia città si sia ricordata di me. Ho ricevuto diversi premi ma questo in casa ha qualcosa di speciale. Ho iniziato da ragazzo in oratorio, credevo di poter fare qualcosa nel calcio e ci sono riuscito perché ci credevo nonostante la Roma mi scartò due volte. Non arrendetevi se qualcuno vi scarta, vivete i vostri sogni che saranno la vostra forza per tutta la vita".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raggi premia Ranieri in Campidoglio: "Roma si ricorda di me"

RomaToday è in caricamento