Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Sicurezza, Di Maio: "Ora più poteri al sindaco". Il Pd: "Già li ha avuti con decreto Minniti"

Il vicepremier dopo i fatti di San Lorenzo. Ma i consiglieri democratici attaccano: "M5s non conosce le normative"

L'omicidio di Desirée Mariottini, la 16enne prima drogata poi stuprata in un palazzo abbandonato, covo di spacciatori, di San Lorenzo, riporta alla luce ancora una volta il tema della sicurezza nei quartieri della città. E il vicepremier Luigi Di Maio ribadisce la richiesta di "più poteri al sindaco Di Roma". Lo dice in un'intervista a Radio24, confermando l'intenzione della maggioranza di presentare "un emendamento al decreto legge sicurezza per trasferire maggiori poteri al sindaco Di Roma. Se ci sono situazioni critiche da gestire non deve chiedere a cento enti l'autorizzazione".

C'è anche la risposta dell'altro vicepremier, ministro dell'Interno, direttamente competente sul tema, Matteo Savlini. "Leggerò uno per uno tutti gli emendamenti sperando che ce ne siano di interessanti e accoglibili" ha detto a margine del Question time al Senato lasciando palazzo Madama. Ma lei sarebbe favorevole a un simile emendamento? "Prima li leggo poi do un giudizio". 

In realtà la sindaca Raggi avrebbe già ottenuto più margine d'azione dal decreto dell'ex titolare del Viminale Marco Minniti. E i consiglieri del Pd glielo ricordano. Così il Orlando Corsetti: "Di Maio non conosce né le leggi né i problemi della città di Roma. Da circa un anno e mezzo, infatti, alla Raggi sono stati riconosciuti maggiori poteri proprio in materia di sicurezza grazie alle prescrizioni contenute nella Legge di conversione 18 aprile 2017 n. 48 (cd. Decreto Minniti), recante 'Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città". In particolare "è stato incrementato il potere di ordinanza sindacale – già regolato dagli artt. 50 e 54 del Testo Unico degli Enti Locali – estendendolo all'urgente necessità di interventi volti a superare situazioni di grave incuria e degrado del territorio o di pregiudizio del decoro e della vivibilità urbana". 

A fargli eco con un tweet anche il consigliere capitolino Marco Palumbo. "Sicurezza a #Roma? @luigidimaio chiede più poteri per @virginiaraggi? Non sa che Minniti già le aveva dato maggiori poteri proprio sulla sicurezza ma lei non li ha mai usati. I gemelli del debito pubblico, Di Maio e #Salvini sulla sicurezza ciurlano nel manico"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, Di Maio: "Ora più poteri al sindaco". Il Pd: "Già li ha avuti con decreto Minniti"

RomaToday è in caricamento