menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferrara (M5s): "Non ricandidare Raggi è come fermare Michelangelo che lavora alla Cappella Sistina"

L'ex capogruppo paragona la sindaca al più grande nome del Rinascimento italiano. Massimo Giletti (La7) lo scambia per un semplice sostenitore: "Sarà un suo fan particolare"

"È un pò come se Giulio II, il Papa delle arti, avesse impedito improvvisamente a Michelangelo di terminare la decorazione della volta della Cappella Sistina. È una questione di opportunità, non per gli individui, ma per i romani". La sindaca Raggi come Michelangelo Buonarroti, il più grande artista del Rinascimento italiano. 

Un paragone un po' ambizioso quello dell'ex capogruppo M5s Paolo Ferrara, che d'accordo con il capo politico Vito Crimi sulla possibilità di derogare alla regola del doppio mandato per spianare la strada al Raggi bis, si lancia in similitudini che non passano inosservate. 

"C'è anche chi si è buttato in paragoni eccessivi" commenta Massimo Giletti conduttore di Non è l'arena che proprio ieri sera ha intervistato la sindaca, scambiando Ferrara per un suo ultrà: "Sarà un suo fan particolare interno al movimento"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Daniele De Rossi ricoverato allo Spallanzani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento