rotate-mobile
Politica

“Ho chiesto 25 miliardi per Roma”: 11 serviranno per i trasporti pubblici

Per la Capitale la Sindaca ha chiesto al governo 25 dei 209 miliardi del recovery fund. Serviranno in gran parte per realizzare le opere del Piano Urbano di Mobilità Sostenibile

Vale quasi come una manovra finanziaria, la cifra che il Campidoglio ha chiesto al governo. Dei 209 miliardi del Ricovery Fund, Roma Capitale vorrebbe ottenerne 25. Una bella fetta, quasi il 12 per cento.

La richiesta dei 25 miliardi

Le cifre sono state rese note dalla Sindaca, nel corso della trasmissione “In Onda” di La 7. “Abbiamo presentato progetti per 25 miliardi, prendendo tutti quelli su cui abbiamo lavorato in quattro anni. Ora vediamo quanti ce ne daranno, ma intanto io li ho chiesti" ha dichiarato la Sindaca. La parte del leone la fanno i fondi chiesti per sviluppare interventi dedicati alla mobilità.

I progetti legati al PUMS, da soli, valgono circa 11 miliardi. Cosa prevedono? Il prolungamento della metro A, B e C fino a piazzale Clodio. Ma anche la realizzazione della rediviva linea D, che andrebbe a collegare Montesacro con l’Eur. E non solo.

I soldi per le metro

A Roma le talpe hanno finito di scavare nel tratto compreso tra i Fori Imperiali e Piazza Venezia. E per quanto riguarda la realizzazione della fermata C di Colosseo, il Campidoglio conta di riuscirvi per il Giubileo del 2025. Anche il progetto della stazione di Piazza Venezia è stato presentato al MIT. Servono però i fondi per proseguire la linea metropolitana C, come tante volte dichiarato dall'amministrazione pentastellata, in direzione piazzale Clodio. E poi anche fino a Grottarossa, con stazioni allo stadio Olimpico ed alla Farnesina.

Il Campidoglio ha presentato i progetti anche per i prolungamenti della linea B e B1. Quest'utlima si pensa di portarla fino a Porta di Roma.  C'è poi il proposito di proseguire con la linea A, portandola a Battistini e poi fino a Monte Mario. 

I fondi per i tram

Per quanto riguarda le tramvia, il Campidoglio ha chiesto i fondi per portare i passeggeri da Prati all’Auditorium, attraverso il tram della Musica. Poichè conta di sbloccare anche la questione della preferenziale di viale Marconi, lì ha intenzione di far passare un altro Tram che raggiungerà poi la stazione Trastevere, e quindi è stato chiesto anche il finanziamento di quell’operazione. Poi c’è il TVA, il tram Termini Vaticano Aurelio che passerà in via Nazionale, piazza Venezia, corso Vittorio e via Gregorio VII. Le somme necessarie a realizzare tutte le opere del cosiddetto “scenario tendenziale del PUMS” sono tante. A beneficiarne, poi, sarà la prossima amministrazione. E non è detto che questa prospettiva, nelle prossime scelte del governo, non possa avere il proprio peso.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Ho chiesto 25 miliardi per Roma”: 11 serviranno per i trasporti pubblici

RomaToday è in caricamento