menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di archivio

Immagine di archivio

Casapound, Raggi: "Immobile deve essere sgomberato. Lo vogliamo per case popolari"

L'annuncio di Virginia Raggi, durante la diretta Facebook nel pomeriggio di venerdì: "Stabile via Napoleone III deve essere sgomberato"

“Vogliamo utilizzare l’immobile occupato da CasaPound per realizzare case popolari”. Ad annunciarlo Virginia Raggi, durante l’appuntamento con la rubrica social ‘La sindaca risponde’, in diretta Facebook, nel pomeriggio di venerdì. La struttura di via Napoleone III, è occupata dai ‘fascisti del terzo millennio’ dal 2003.

A settembre dello scorso anno, la sindaca Raggi, annunciando le intenzioni della sua candidatura al governo della città, era tornata ancora una volta sull’occupazione dell’immobile di via Napoleone III. Lo aveva fatto puntando il dito contro il Partito Democratico, reo – secondo Raggi – di non essere sceso in strada, al suo fianco, durante un recente sopralluogo che la sindaca aveva fatto dinanzi alla struttura. Che la sede di CasaPound, nel cuore del quartiere Esquilino, a poche decine di metri dalla rinnovata piazza Vittorio, vada sgomberata, ne è convinto anche il Prefetto di Roma, Matteo Piantedosi: lo scorso anno assicurava che non ci sarebbero state distinzioni di colore politico, perché “Chi è illegale, è illegale”.

Nel giugno del 2019, l’inchiesta della Corte dei Conti aveva stabilito un danno erariale di oltre quattro milioni e mezzo di euro per l’occupazione dell’immobile, di proprietà del Miur. In quella occasione Raggi aveva detto: “Basta privilegi, ora mi aspetto un segnale forte”. Il mese successivo, Virginia Raggi ha lanciato un ultimatum a CasaPound: "Rimuovete la scritta dal palazzo, o ci pensiamo noi in maniera coatta", notificando con un atto la 'completa illegalità' della scritta, accompagnata dagli agenti della polizia di Roma Capitale. Qualche giorno più tardi la scritta, che indicava il nome del movimento politico di estrema destra, è stata rimossa. IL VIDEO

"L'immobile di Casa Pound è di fatto occupato dal 2003 e si deve procedere allo sgombero. Nel frattempo ciò che è evidente, è che né il Demanio né il Miur sono interessati a questo immobile mentre posso dire che il Comune di Roma è molto interessato e quindi l'idea è quella di poterlo prendere noi in carico e trasformarlo in un edificio di case popolari. Vogliamo arrivare a conclusione di questa triste vicenda nel più breve tempo possibile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento