Bilancio, si cercano nuove entrate. Raggi: "Approvazione nei termini di legge"

La sindaca ha rassicurato tutti spiegando che "siamo già al lavoro per modificare il documento previsionale da sottoporre all’Assemblea Capitolina"

Natale con il problema bilancio per l'amministrazione pentastellata. La bocciatura da parte dell'Oref ha complicato e praticamente reso impossibile l'approvazione del previsionale entro fine anno. Anche in questi giorni di festa si è lavorato per cercare di capire come muoversi per ovviare ai problemi riscontrati. Oggi, tramite il sito del Comune, la sindaca Raggi ha rassicurato tutti spiegando che "siamo già al lavoro per modificare il documento previsionale da sottoporre all’Assemblea Capitolina. La nostra azione non si arresta e continuerà a basarsi sempre sui principi di trasparenza e rigore. Ci sono i tempi per approvare il bilancio nei termini previsti dalla legge".

I termini previsti dalla legge sono fissati al 28 febbraio. Il nodo, come segnalato dall'Oref, sono i debiti fuori bilancio, ignorati all'interno del bilancio approntato dall'assessore Mazzillo. Domani alle 16 è prevista una giunta capitolina in cui verranno illustrate le modifiche. Si cercano ulteriori soldi e si cerca di capire come farli arrivare. 

L'Oref ha segnalato i limitati spazi, giudicati non sufficienti, per la finanza pubblica, in particolare per i debiti fuori bilancio che rimangono così scoperti. Bisognerà capire come coprirli. Le soluzioni sarebbero state trovate sia per questi che per il previsionale e, dopo la giunta, domani saranno illustrate anche in commissione. Se ne saprà quindi di più. 

La sindaca ha parlato, nei giorni scorsi, di necessità di nuove entrate. Soldi nuovi che possono arrivare o da tagli alle spese o dalle tasche dei romani. La prima ipotesi, leggendo la relazione dell'Oref, sembra da escludere. Vi si legge infatti: "Ulteriori risparmi derivanti dalla razionalizzazione della spesa non appaiono possibili se non a danno della qualità dei servizi erogati dall'Ente ai cittadini". 

Giovedì scorso la Raggi all'inaugurazione di un centro di accoglienza per le donne vittime di violenza ha spiegato che "bisogna tagliare una serie di sprechi e recuperare risorse dovunque. Stiamo mettendo in campo politiche di recupero che di fatto non possono trovare scrittura sul bilancio perché non sono mai state messe in atto. Ci hanno detto che non possiamo metterle nel previsionale perché non abbiamo un dato storico sul quale basarsi. È una nuova avventura anche questo bilancio per individuare risorse che ovviamente non sono tasse in più ma sono proprio nuove entrate che non c'erano mai state prima, perché si è sempre chiuso un occhio. L'attenzione ai servizi è massima perché è questo che deve fare un'amministrazione, dare servizi".

Da parte delle opposizioni c'è già chi avanza delle perplessità. E' il caso del capogruppo Fdi-An in Campidoglio Fabrizio Ghera. "Stoppati impietosamente dal parere dell'Oref che ha bocciato i conti capitolini i grillini si stanno incartando per uscire da questa nuova impasse. Dopodomani torneremo in Consiglio per discutere nuovamente sul Bilancio, una maratona che per i 5 Stelle è tutta in salita. Non solo, il problema è soprattutto far quadrare i conti, la coperta è corta e l'assessore Mazzillo e il sindaco dovranno trovare altre coperture. La Raggi ha spavaldamente fatto sapere che ci saranno "nuove entrate" ma non "altre tasse". I cittadini però non hanno l'orecchio al naso ed hanno capito il grande bluff dei grillini, che vogliono far pagare ai romani il bilancio colabrodo già bocciato dell'Oref".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento