rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Politica

Polizia Locale, Scafati messa alla porta: al suo posto Raffaella Modafferi

All'ormai ex comandante del 'V-Prenestino' andrà la funzione di direzione del coordinamento operativo e dell'unità organizzativa di "pianificazione e servizi operativi"

Raffaella Modafferi è il nuovo vice comandante dei vigili urbani. Nei giorni in cui si acuisce lo scontro tra i caschi bianchi e il Campidoglio, con la saldatura tra la triplice e l'Ospol, arriva l'ordinanza 269 del Sindaco che fa fuori Donatella Scafati. Al suo posto arriva come detto l'ex comandante del V gruppo Prenestino. Donatella Scafati è stata reggente del Corpo di polizia municipale di Roma dalle dimissione dell'allora comandante Carlo Buttarelli, nel luglio scorso, fino alla nomina un mese fa circa di Raffaele Clemente.

La rimozione della Scafati viene letta da molti all'interno del corpo con le indagini in corso a suo carico in relazione al travagliato concorso del 2010. Secondo l’accusa la Scafati avrebbe alterato i verbali della commissione del concorso per 300 vigili urbani, ora bloccato. La Procura ha iscritto a "modello 21", per lo stesso reato, anche l’ex comandante Angelo Giuliani e il capo del V gruppo Maurizio Sozi.

Alla Modafferi andrà la funzione di direzione del coordinamento operativo e dell'unità organizzativa di "pianificazione e servizi operativi". L'incarico durerà due anni. Per ora la Modafferi affiancherà Antonio Di Maggio e Diego Porta. Il loro futuro è però incerto. E' infatti in atto la riorganizzazione dei comandanti e dei vari incarichi all'interno del corpo. Ieri era forte la voce che dava in particolare Porta destituito insieme alla Scafati. Per la Scafati provvissoriamente il comando del gruppo  VII Tuscolano, in attesa di un possibile ritorno al XIII Aurelio. Al V Prenestino, gruppo retto dalla Modafferi, arriva l'interim del comandante dell'ex VI gruppo Emanuele Stangoni.

Scettico Marco Milani, coordinatore romano Ugl-Polizia Locale: "Per l’ennesima volta, apprendiamo a fatto compiuto dall’amministrazione, l’ennesima scelta che sembra mortificare l’intero Corpo di Polizia Locale di Roma. La dottoressa Donatella Scafati è stata la prima donna appartenente al Corpo a raggiungere siffatta carriera, distinguendosi particolarmente e dando lustro al Corpo tutto nella faticosa quanto commovente missione all’Aquila nelle immediatezze del terremoto. Colpendo Scafati, si colpisce uno dei motivi d’orgoglio del Corpo, quello stesso orgoglio che il sindaco voleva 'ripristinare' con l’imposizione di un Comandante esterno. Inquietante anche il tono dell’ordinanza medesima, che parlerebbe di primo avvicendamento, lasciando quindi temere, per il futuro professionale dei vicecomandanti Diego Porta ed Antonio Di Maggio anch’essi, ricordiamolo, in gara per il comando generale in seguito attribuito ad un esterno tra mille polemiche".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia Locale, Scafati messa alla porta: al suo posto Raffaella Modafferi

RomaToday è in caricamento