Politica

Pup, Vannini (Pdl): "le polemiche strumentali non portano a nulla"

Alessandro Vannini (Pdl) delegato al Piano Urbano Parcheggi di Roma Capitale, afferma che sul Pup sono state fatte "polemiche strumentali"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"In questi giorni, sono state fatte alcune dichiarazioni, che dimostrano come alcuni consiglieri conoscano poco i criteri e le responsabilità amministrative relative alla costruzione di un parcheggio. Come nel caso di via Albalonga, infatti, gli inadempimenti dei costruttori alle prescrizioni previste nella convenzione, hanno visto formalizzare una diffida da parte dell'ufficio di programmazione e pianificazione dei parcheggi di Roma Capitale, ad adempiere entro 20 giorni". Lo dichiara, in una nota, Alessandro Vannini (Pdl) delegato al Piano Urbano Parcheggi di Roma Capitale. "Qualora, allo scadere dei tempi descritti non saranno stati effettuati gli adempimenti come l'apposizione dei piezometri, altre prescrizioni previste ed il pagamento a Roma Capitale degli oneri concessori dovuti, verrà dichiarata la decadenza della Convenzione. Ricordo inoltre, a qualche 'distratto' che il Programma Urbano Parcheggi è stato recepito nel 2008 dal Sindaco Alemanno nell'Ordinanza che ne applica la disciplina Commissariale dell'emergenza traffico".

"È arrivato il momento di fare un passo indietro da parte di qualcuno che per ottenere qualche voto in più, tenta di cavalcare il clamore mediatico. I parcheggi a Roma servono; devono essere costruiti - sottolinea Vannini - offrendo le maggiori garanzie di sicurezza per i cittadini, per gli edifici interferenti e per la tutela dell'ambiente, ottenendo i pareri di tutte le autorità preposte e rispettando tutti i termini della Convenzione. Sarà poi compito dei Municipi indirizzare gli oneri di concessione pagati dai costruttori, per realizzare opere pubbliche sul territorio. Nessun provvedimento, da parte di Roma Capitale, una volta stipulata la Convenzione può essere preso con leggerezza, per sola volontà politica, peraltro già espressa ab initio con il recepimento dei parcheggi nell'ordinanza commissariale, nè per soddisfare i pruriti elettorali di qualche rappresentante politico 'paladino dei cittadini', a meno di far incorrere Roma Capitale in responsabilità gravi di risarcimento del danno e di mancato guadagno che per ogni parcheggio non realizzato potrebbero ammontare a diversi milioni di Euro. Le polemiche strumentali, come insegna la buona politica, non portano mai a nulla di buono".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pup, Vannini (Pdl): "le polemiche strumentali non portano a nulla"

RomaToday è in caricamento