Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Bus turistici, su tariffe monstre e ztl Meleo chiude al dialogo: "Stop all'invasione del centro"

L'assessore ai Trasporti non indietreggia: "L'impianto della delibera non si modifica"

Niente pullman nel centro storico. Il Campidoglio non indietreggia. E mentre in mattinata un mega bus incastrato su via del Quirinale blocca il traffico - vedi foto in alto - rafforzando l'idea di un'incompatibilità dei mezzi turistici con il cuore della città, l'assessore alla Mobilità Linda Meleo mantiene la linea dura con i sindacati: "Non è più pensabile assistere a invasioni dei torpedoni davanti ai monumenti". 

Un braccio di ferro quello con gli operatori turistici della Capitale che non sembra ammorbidirsi. I rappresentanti sindacali ricevuti ieri a palazzo Senatorio chiedono di stralciare la bozza di delibera sul regolamento dei bus, specie per quanto riguarda il rincaro del 1700 per cento sui ticket per l'ingresso nell'anello ferroviario e l'istituzione di una nuova ztl C che chiuderà ai mezzi una parte del centro storico. E' la stretta dei Cinque Stelle sul settore. E Meleo non vuole mollare. 

"L’impianto portante della delibera resterà il medesimo". Poi, ancora, "ricordo che nella bozza sono stati eliminati gli abbonamenti annuali, che presentavano criticità profonde sul profilo concorrenziale, e sostituti con carnet proprio per dare garanzie, tutele, e abbiamo già ipotizzato agevolazioni a chi acquista più ingressi, ma i torpedoni non potranno entrare in centro"

Un'apertura troppo timida per i lavoratori che chiedono da settimane di essere ascoltati. "Dopo l’incontro di oggi – affermano i rappresentanti di Anav, Federlazio, Federalberghi Roma, Cna, Confesercenti Roma e Lazio, Federagit, Fiavet Lazio - le posizioni di imprese ed amministrazione capitolina restano distanti, la prospettata interdizione del centro storico ai bus turistici così come l’abolizione dei permessi annuali e l’aumento del 1700% delle tariffe di accesso rappresentano un colpo mortale per l’accoglienza e l’industria turistica, romana e non, che dà occupazione a migliaia di lavoratori".  

Alle richieste di fornire servizi quali parcheggi e controlli su chi occupa i posti riservati ai bus, Meleo sembra rassicurare: "Nella bozza del piano è già previsto l’ampliamento dei parcheggi fuori dalle Ztl del Centro Storico per facilitare il lavoro degli operatori e abbiamo anche predisposto maggiori controlli per evitare illegalità nella sosta, che non saranno tollerate". Comunque una posizione ben più rigida rispetto a quella del collega Meloni. L'assessore al Turismo si era detto più volte disponibile a modificare la bozza, soprattutto per quanto concerne le tariffe. Ma i due sembrano sempre più lontani dal trovare la quadra. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bus turistici, su tariffe monstre e ztl Meleo chiude al dialogo: "Stop all'invasione del centro"

RomaToday è in caricamento