Politica

Atac, terzo richiamo per la pasionaria Quintavalle: "Farò nuovo ricorso al consiglio di disciplina"

Un'altra sospensione, sempre di 10 giorni, per l'autista Atac e leader di Cambia-Menti 410, Micaela Quintavalle, in lotta da mesi con azienda e sindacati

Come si dice, non c'è due senza tre. Un'altra sospensione, sempre di 10 giorni, per l'autista Atac e leader di Cambia-Menti 410, Micaela Quintavalle, in lotta da mesi con azienda e sindacati. Il primo richiamo risale a Dicembre, il secondo a metà Febbraio. Insomma, tra la municipalizzata dei trasporti e la pasionaria è ormai guerra aperta. 

L'azienda, si legge sul testo del provvedimento, "non può accettare che un proprio dipendente perseveri, peraltro pubblicamente, nel tenere comportamenti irrispettosi e di disprezzo per l'Azienda per cui lavora con toni gravemente offensivi nei confronti non solo dei vertici aziendali ma dell'intera azienda e quindi di tutti i suoi dipendenti". 

Il riferimento va sempre agli attacchi della leader fatti a mezzo stampa, con la partecipazione a programmi televisivi "senza aver richiesto alcuna autorizzazione", indossando la divisa aziendale e "rilasciando dichiarazioni lesive nei confronti di Atac Spa". 

La giovane studentessa di Medicina commenta su facebook l'ennesimo richiamo. "Farò di nuovo ricorso al consiglio di disciplina. Atac continua la sua politica di annientamento psichico e fisico. I sindacalisti si riuniscono per studiare modalità di annientamento fisico e psichico. Il cielo è limpido, il sole è caldo, la trasparenza e l'umiltà terrorizzano".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atac, terzo richiamo per la pasionaria Quintavalle: "Farò nuovo ricorso al consiglio di disciplina"

RomaToday è in caricamento