menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercato immobiliare, da dove arrivano gli acquirenti di casa a Roma? Lo studio di Tecnocasa

Uno studio mostra come nei primi sei mesi del 2020 il 94,5 per cento ha la cittadinanza italiana. L'85 per cento aveva già la residenza a Roma

Da dove arrivano gli acquirenti che comprano casa? E' la domanda a cui ha cercato di rispondere l'Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa che ha analizzato le compravendite realizzate nel primo semestre del 2020 attraverso le proprie agenzie attive nel comune di Roma. L’obiettivo della ricerca è quello di capire la provenienza degli acquirenti nella capitale e quali sono le loro scelte.

Nella prima parte del 2020 il 94,5 per cento delle persone che ha comprato casa a Roma ha la cittadinanza italiana, mentre solo nel 5,5 per cento dei casi si tratta di stranieri, sia comunitari sia extracomunitari. Quest'ultima percentuale è calata nell'ultimo anno, dal momento che nel primo semestre del 2019 era pari al 6,7 per cento. 

Il ribasso in questo 2020 è attribuibile, in parte, anche all’emergenza sanitaria che ha determinato una lieve contrazione degli acquisti da parte di persone in arrivo da altre nazioni. Si tratta comunque di percentuali molto simili a quelle registrate nel 2017 e nel 2018 questo dato era ancora più basso rispetto a quello attuale: rispettivamente 4,6 per cento e al 4,7 per cento.

Per quanto riguarda gli acquirenti italiani, chi compra a Roma nell’85 per cento dei casi è già residente in città, il 4,4 per cento arriva dalla provincia di Roma ed il 10,6 per cento proviene da altre province e da altre regioni. Si tratta di percentuali molto simili a quelle registrate un anno fa, con un lieve aumento della percentuale di coloro che arrivano da altre province italiane, si passa infatti dal 7,8 per cento all’attuale 10,6 per cento.

Prendendo in considerazione solo il 15 per cento di acquirenti in arrivo da fuori città risulta che il 29 per cento di questi arriva dalla provincia di Roma, il 12,9 per cento arriva da altre province del Lazio, mentre nel 58,1 per cento dei casi si tratta di persone in arrivo da altre regioni italiane. Chi arriva a Roma per comprare casa, nel 51,6 per cento dei casi proviene da comuni del Centro Italia, nel 38,7 per cento dei casi proviene dal Sud Italia e nel 9,7 per cento dei casi proviene dal Nord Italia.

L’analisi dell’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa, poi, si sofferma sul motivo dell’acquisto da parte di chi proviene da fuori città: nel primo semestre del 2020 il 96,8 per cento di queste compravendite riguardano l’abitazione principale, mentre solo nel 3,2 per cento dei casi si tratta di acquisti per investimento. 

Un anno fa, nel primo semestre del 2019, la percentuale di acquisti per investimento da parte di acquirenti in arrivo da fuori Roma era più alta ed arrivava al 15,8 per cento. Anche in questo caso il calo degli acquisti per investimento può ricondursi, in parte, alle difficoltà legate alla pandemia che hanno frenato questo tipo di compravendite, anche a livello nazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento