Politica Flaminio / Viale dei Gladiatori

Accordo Uber-As Roma per le partite all'Olimpico, protestano i sindacati taxi: "Siamo basiti"

"Accordo con una multinazionale che ha sede in paradisi fiscali"

Felici gli autisti di Uber meno i tassisti romani. "Dobbiamo constatare con amarezza che una società calcistica così importante come l'A.S. Roma, abbia stipulato un accordo con una multinazionale che ha sede in paradisi fiscali e ha fatto del disprezzo delle regole il proprio agire quotidiano". Lo affermano in una nota le segreterie romane di Fit Cisl taxi, Uil Trasporti taxi, Ugl taxi e Federtaxi Cisal.

Proteste in tutto il mondo

Le sigle sindacali non nascondono la loro delusione rincarando la dose contro Uber: "Inutile ricordare le molteplici proteste sollevate in tutto il mondo dalla discussa app californiana e che nel nostro paese ha potuto continuare a lavorare, solo grazie ad un apposita norma introdotta nell'ultimo mille proroghe, costruita su misura per la potente multinazionale". 

Controlli su Uber

"Invitiamo l'assessore Meleo e i competenti organi di controllo - conclude la nota congiunta dei sindacati dei tassisti romani - vigili urbani in particolare, a mettere in campo tutte le misure necessarie a contrastare qualsiasi forma di abuso, a partire dall'istituzione delle annunciate aree di carico non previste dalla legge per il servizio di noleggio, fino al controllo delle prenotazioni che implicano l'obbligo di partenza da apposita rimessa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordo Uber-As Roma per le partite all'Olimpico, protestano i sindacati taxi: "Siamo basiti"

RomaToday è in caricamento