Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Rifiuti, la protesta con i sacchetti in Campidoglio: "Raggi decidi oppure vattene"

Il flash mob organizzato dal movimento politico Cambiamo di Giovanni Toti. Sotto a palazzo Senatorio il consigliere regionale Adriano Palozzi

Sacchetti di rifiuti preparati ad hoc, uno striscione “basta degrado, dimettiti” e il faccione di Virginia Raggi. E la protesta andata in scena questa mattina sotto il Campidoglio contro lo stallo nella raccolta, trattamento e smaltimento degli scarti a Roma. A organizzare il sit in il capogruppo di Cambiamo in regione Lazio Adriano Palozzi. 

Una trentina tra cittadini e aderenti al movimento con fischietti e megafono contro l’amministrazione Raggi ma anche Zingaretti. "Siamo un movimento che protesta contro un sindaco che ha dimostrato tutta la sua incompetenza" tuona al megafono Palozzi. "Abbiamo sempre detto che non basta protestare contro chi c'era prima, ma serve competenza e loro stanno dimostrando totalmente il contrario. Bisogna scendere in piazza senza paura contro una città sciatta, distrutta, ridotta così da questa amministrazione".

In città, ha sottolineato Palozzi "è pieno di manifestazioni contro le discariche: questo perchè i cittadini hanno paura, visto che non c'è alcuna programmazione. In 45 giorni, in deroga a ogni normativa, si autorizza a scavare sotto terra per gettare i rifiuti in un paese in cui servono anni per fare qualsiasi la cosa. E la città più bella del mondo resta senza nemmeno la minima programmazione, Roma è ridotta una pattumiera, così non l'avevamo mai vista. La differenziata non è mai partita, è  in un ritardo mostruoso ma Raggi continua a dire, non si sa con quale faccia, che va tutto bene. Noi diciamo con forza 'Raggi decidi oppure vattene', la città ha bisogno di aria nuova e di una nuova amministrazione. Non è più gradita da Roma e dai romani, si dimetta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, la protesta con i sacchetti in Campidoglio: "Raggi decidi oppure vattene"

RomaToday è in caricamento