Prostituzione, Pellegrino (FdI-An): "Solidarietà a residenti di Tor Sapienza"

" La Red Zone sarebbero ultimo colpo di mannaia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

«Tor Sapienza rappresenta un esempio lampante dell'inutilità che produrrebbero le cosiddette "red zone". Il quartiere è ormai una red zone di fatto e, come è tristemente noto, è stata modificata la corsa di un autobus per non passare davanti al viale dove ci sono le prostitute, causando non pochi problemi ai residenti. Insomma, anziché affrontare seriamente il problema, per il Comune sono i cittadini a doversi adeguare, volenti o nolenti. Il che è ancora più assurdo se consideriamo l'importanza dei collegamenti tra periferia e centro città. Le red zone rappresenterebbero dunque l'ultimo colpo di mannaia alle periferie romane, già vittime del degrado e dell'inadeguatezza dei servizi».

E' quanto dichiara Cinzia Pellegrino, referente per Roma Capitale del Dipartimento di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale dedicato alla tutela delle Vittime di violenza, in merito all'operazione anti-prostituzione avvenuta nelle scorse ore da parte della polizia a Tor Sapienza.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento