rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Politica

Sanità, inaugurati pronto soccorso del San Filippo Neri e Policlinico Gemelli

I lavori in vista del Giubileo sono stati finanziati dalla Regione Lazio. Zingaretti: "Sono lavori che resteranno anche dopo, abbiamo realizzato il più grande investimento sanitario su Roma"

Da una parte il nuovo Pronto Soccorso del Policlinico Gemelli, dall'altra l'ampliamento della medesima struttura al San Filippo Neri. Continuano a spron battuto le inaugurazioni dei nuovi spazi, prevalentemente di pronto soccorso, in vista dell'imminente Giubileo. "Sono lavori che resteranno anche dopo, abbiamo realizzato il più grande investimento sanitario su Roma" ha commentato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. "Al Gemelli, una struttura che registra oltre 80 mila accessi l'anno, è stata totalmente rivista l'area accoglienza con strumenti moderni e costruendo un Pronto soccorso pediatrico" ha spiegato Zingaretti. "Il San Filippo neri invece era un ospedale che in passato si era deciso di chiudere ma noi avevamo promesso di non farlo e oggi è aperto e sta vivendo una nuova vita. Presto riaprirà anche la Pma". Il presidente della Regione ha poi specificato che "tutte le strutture ospedaliere hanno concluso o stanno concludendo gli stress test, ossia le esercitazioni per essere pronti in caso di drammatiche emergenze che si potrebbero verificare". 

SAN FILIPPO NERI - Ad inaugurare la nuova ala dell'ospedale il Coordinatore della Cabina di Regia della sanità del Lazio, Alessio D'Amato, il Sub Commissario, Giovanni Bissoni, il Direttore Generale della Asl Roma E, Angelo Tanese, e il Presidente del Municipio XIV di Roma Capitale, Valerio Barletta. Un intervento significativo per questo importante ospedale pubblico del quadrante nord di Roma, realizzato grazie ad un finanziamento di circa 1 milione di euro previsto dalla Regione Lazio. Gli interventi principali, spiega in una nota la Asl RmE, riguardano un'ottimizzazione degli spazi; la rivisitazione di un'ala di 750 mq, che aveva locali angusti e non adatti ad attività di visita e a percorsi di emergenza, ha creato ambienti più grandi e razionali con maggiore comfort per i pazienti e anche per gli operatori che potranno controllare a vista i posti letto, che per Obi e Holding Area passano da 13 a 23 postazioni; Flessibilità in caso di maxiemergenza.

E ancora. Locali flessibili in caso di iperafflusso, con la possibilità di gestire fino a 10 postazioni di codice rosso in più; maggiori postazioni monitorate e una sala di isolamento a pressione negativa e dotata di telecamere con 3 ulteriori posti letto, per garantire la sicurezza di tutti anche in casi di infezioni trasmissibili. Nella struttura sono stati introdotti anche interventi di miglioramento del confort per pazienti e accompagnatori. Acquistate anche nuove apparecchiature, come 2 ventilatori polmonari, 3 defibrillatori bifasici, 6 monitor multiparametrici portatili, oltre a lampade per visita, ecografi carrellati, elettrobisturi un aspiratore elettrico medico-chirurgico e un videolaringoscopio per intubazioni difficili. 

POLICLINICO GEMELLI - Percorsi dedicati per i codici rossi e gialli, un nuovo pronto soccorso pediatrico e per gli infettivi gravi e un'area dedicata alle maxi-emergenze. Alla vigilia del Giubileo cambia volto il Dea e Pronto soccorso del policlinico Gemelli, inaugurato stamani dal presidente della Regione, Nicola Zingaretti, alla presenza del direttore generale del Gemelli, Enrico Zampedri, e del presidente della Facoltà di medicina della Cattolica, Rocco Bellantone. I lavori sono stati finanziati dalla Regione grazie a un'anticipazione del ministero della Salute di fondi ex art 20 per quasi 3 milioni di euro, con una copertura del 5% da parte del policlinico. La superficie complessiva del rinnovato Dea e del Pronto soccorso è ora di 3.100 metri quadrati.

Ha spiegato Zingaretti: "Il nuovo Pronto soccorso è stato realizzato a tempo di record: 139 giorni. Per questo ringrazio le maestranze e tutto il personale che ha lavorato senza interrompere l''accoglienza". Ha sottolineato poi Zampedri: "Siamo davvero orgogliosi di consegnare ai cittadini e ai pellegrini un'opera così importante. Nel 2015 gli accessi al Pronto soccorso sono aumentati del 6% ed è aumentato del 34% il trasporto dei pazienti tramite il 118. Il Gemelli è quindi un importante hub di rifermento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, inaugurati pronto soccorso del San Filippo Neri e Policlinico Gemelli

RomaToday è in caricamento